Anche a Catanzaro arriva la generosità della “spesa sospesa”

di Maria Rita Galati CATANZARO “Nutrire la Comunità, sostenendo il territorio”. Un progetto generoso e ambizioso nello stesso tempo quello a cui anche il Comune di Catanzaro ha deciso di…

di Maria Rita Galati
CATANZARO
“Nutrire la Comunità, sostenendo il territorio”. Un progetto generoso e ambizioso nello stesso tempo quello a cui anche il Comune di Catanzaro ha deciso di aderire, tenendo una mano alle tante famiglie messe in ginocchio dall’emergenza sanitaria che è diventata economica. Un sostegno non solo a chi in questa fase difficile ha bisogno di una vicinanza fatta di concretezza, ma anche alle imprese radicate in un contesto economico e sociale da riavviare, con il coinvolgimento di aziende locali che possano donare o vendere a prezzi convenienti prodotti alimentari.
Ed ecco che SpesaSospesa.org trasforma il nobile rito del “caffè sospeso” di matrice napoletana in un progetto innovativo, che digitalizza il flusso di donazioni e coinvolge i privati cittadini, i Comuni, gli enti no-profit del territorio e le imprese alimentari nel lungo termine. Il Comune di Catanzaro ha risposto all’appello di fatto costruito sull’onda emotiva del lockdown da due amatissimi attori del panorama italiano, coppia nella vita: Serena Rossi, straordinaria interprete di Mia Martini che abbiamo ritrovato di recente su Rai1, e Davide Devenuto, star di “Un posto al sole”. Smarriti, come il resto del Paese, bloccati dalla chiusura forzata dei set, a casa con il bimbo di tre anni, si interrogano su come dare un senso a questo isolamento, come andare incontro alle tante persone stremate dal disagio economico e sociale che viaggiano inevitabilmente verso una nuova povertà.
COME NASCE IL PROGETTO Simona e Davide lo spiegano in diretta facebook, nella Sala Concerti di Palazzo de Nobili, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’adesione del Comune di Catanzaro al progetto della spesa sospesa. Come hanno spiegato il presidente del consiglio comunale di Catanzaro, Marco Polimeni, l’assessore al Personale Danilo Russo, il Comune ha da subito aderito con il patrocinio gratuito e offrendo tutta la collaborazione organizzativa che gli ha richiesto l’Associazione no profit Vita Ambiente, guidata da Pietro Marino. In diretta Facebook, anche Marina Vecchio responsabile del progetto per Sorgenia e Flavio Barcaccia responsabile digital della piattaforma di food sharing Regusto, la startup che ha sviluppato soluzioni digitali per ridurre lo spreco alimentare, che assieme a  Sorgenia, uno dei principali operatori nel mercato dell’energia, che ha creduto nel progetto tanto da diventarne il main sponsor. L’idea di Serena e Diego diventa, quindi, la piattaforma digitale spesasospesa.org. Il progetto è basato su un’innovativa piattaforma digitale per l’acquisto, la vendita e la donazione di generi alimentari di prima necessità, e che trasforma il rito nobile e antico napoletano del “caffè sospeso” in un progetto innovativo, che digitalizza il flusso di donazioni e coinvolge i privati cittadini, i Comuni, gli enti no-profit del territorio e le imprese alimentari nel lungo termine. Grazie alla tecnologia blockchain integrata nella piattaforma Regusto ogni donazione, ogni acquisto di cibo sarà trasparente e tracciabile fino al suo destinatario. Le imprese del settore, le catene di distribuzione e i produttori locali potranno devolvere o vendere i propri prodotti a prezzi scontati. I privati possono effettuare donazioni su CharityStars.com contribuendo all’acquisto di alimenti. In particolare, la campagna di raccolta fondi sarà diretta all’acquisto di generi alimentari di prima necessità – pasta, riso, passata, legumi, tonno, biscotti, olio, sale, zucchero e prodotti extra come latte, succhi di frutta, caffè, salumi – che saranno distribuiti a chi nella comunità vive situazioni più fragili.
SpesaSospesa.org trasforma il rito nobile e antico napoletano del “caffè sospeso” in un progetto innovativo, che digitalizza il flusso di donazioni e coinvolge i privati cittadini, i Comuni, gli enti no-profit del territorio e le imprese alimentari nel lungo termine.
Grazie alla tecnologia blockchain integrata nella piattaforma Regusto ogni donazione, ogni acquisto di cibo sarà trasparente e tracciabile fino al suo destinatario.
La campagna riceve donazioni libere, sia da parte di privati sia da parte di imprese, e sarà attiva per 3 mesi. «Questa iniziativa – ha detto il presidente Polimeni – è in grado di venire incontro al tessuto economico della città oltre a supportare le famiglie meno abbienti».
«Le famiglie indigenti  che hanno chiesto i buoni spesa forniti dal Governo durante il covid, sono superiori rispetto alle famiglie che di solito fanno richiesta del reddito di inclusione – spiega l’assessore Russo -. Questo significa che questo periodo emergenziale, e passatemi l’espressione, ha messo k.o. famiglie che fino a poco tempo fa non avevano tali difficoltà». Ad interfacciarsi con le famiglie, come ha spiegato il presidente Pietro Marino, sarà l’associazione Vitambiente che si occuperà della consegna dei beni alimentali.
LE DONAZIONI Di un progetto che trasforma l’energia in cibo, spiega Marina Vecchio, responsabile di SpesaSospesa.org per la Digital Energy Company Sorgenia: infatti per ogni cliente che decide di aderire, la Digital Energy Company donerà all’iniziativa l’equivalente dell’ultima bolletta elettrica. I particolari del progetto in piattaforma sono stati illustrati da Flavio Barcaccia, responsabile digital e comunicazione della piattaforma di food sharing Regusto, che ha sottolineato come alle donazioni, si aggiungono anche i prodotti alimentari che vengono acquistati aiutando le imprese del territorio. Come ha spiegato Barcaccia, i cittadini ricevono gratuitamente cestini di spesa direttamente a casa tramite enti non-profit del territorio, mentre le aziende in difficoltà vengono aiutate attraverso l’acquisto dei loro prodotti. Il progetto si concretizza in una campagna di fundraising attraverso la piattaforma CharityStars. Le donazioni in denaro possono essere effettuate da privati o aziende. Le somme raccolte attraverso la campagna di fundraising verranno ridistribuite dal Comitato Lab00, che comprende anche Foodchain e Synestesia, tra tutti i Comuni partecipanti in maniera proporzionale al numero di abitanti. In particolare, Foodchain è il partner tecnico che permette l’integrazione della tecnologia blockchain, metodo consolidato che assicura trasparenza e tracciabilità dei flussi di contributi. Lab00 nasce nell’emergenza da Covid 19 ma le sue finalità di solidarietà sociale continueranno attraverso azioni o progetti specifici in caso di calamità pubbliche o altri eventi straordinari, a favore di soggetti svantaggiati per ragioni principalmente economiche. Mentre Sorgenia devolverà alla piattaforma la somma della prima bolletta energetica dovuta dall’utente che sottoscriverà l’adesione al progetto, cresce la rete delle Aziende che hanno donato già denaro e che offrono consulenze e opportunità. Ad oggi, la raccolta partita il 7 maggio, registra oltre 65.000 euro di fondi raccolti, come si può facilmente constatare aprendo il sito web della piattaforma all’indirizzo www.spesasospesa.org, dove chiunque voglia contribuire, privato o azienda, può collegarsi, trovandovi le modalità.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto