Il Pd presenta a Longobucco il progetto di legge “TerraFerma”

Il capogruppo Domenico Bevacqua illustra l’idea guida della norma: «Prevenire il dissesto idrogeologico, tutelare il territorio, salvaguardare la permanenza antropica nelle aree più difficili e disagiati, attraverso con coinvolgimento di giovani e disoccupati di lunga durata»

LONGOBUCCO Il gruppo consiliare regionale del Pd ha inteso convocare la stampa per mercoledì 12 agosto, alle ore 11,30 in piazzetta Fosso a Longobucco, per annunciare la presentazione del progetto di legge denominato “TerraFerma”. Alla conferenza parteciperanno il capogruppo del Pd Mimmo Bevacqua, Carlo Guccione, Libero Notarangelo, Luigi Tassone, Nicola Irto.
«L’idea-guida del disegno di legge regionale denominato “TerraFerma” – dichiara il capogruppo Domenico Bevacqua – è quella di prevenire il dissesto idrogeologico, tutelare il territorio, salvaguardare la permanenza antropica nelle aree più difficili e disagiati, attraverso con coinvolgimento di giovani e disoccupati di lunga durata. Si tratta di un testo aperto che, nell’ambito della rimodulazione in corso dei Fondi Ue e della definizione della nuova programmazione 2021-2027, offriamo, innanzi tutto, all’analisi tecnica del nuovo direttore del Dipartimento Programmazione, Dott. Nicolai, presso il quale siamo certi di trovare l’attenzione necessaria per interloquire nel merito e determinare in maniera puntuale un intervento organico che riteniamo essenziale per la Calabria».
«La proposta – prosegue Bevacqua – si articola secondo un percorso lineare che prevede tre tappe: la formazione dei soggetti destinati alle azioni anti-dissesto; il sostegno per consentire loro la costituzione di cooperative specificamente dedicate; il finanziamento di Progetti Integrati per aree omogenee, proposti dagli Enti locali anche in forma associativa. La strategia che riteniamo efficace rispetto ai Fondi europei è chiara: anche e soprattutto attraverso una efficace e coraggiosa collaborazione istituzionale, è necessario individuare pochi obiettivi strategici fondamentali e concentrare su di essi le risorse disponibili».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto