Pizzo “capitale” del vino e dell’olio

VIBO VALENTIA Sarà Pizzo, sabato 16, una delle capitali italiane del vino e dell’olio. Grazie ai sommelier dell’Ais-Calabria, la cittadina tirrenica ospiterà, infatti, un evento esclusivo mirato alla valorizzazione della…

VIBO VALENTIA Sarà Pizzo, sabato 16, una delle capitali italiane del vino e dell’olio. Grazie ai sommelier dell’Ais-Calabria, la cittadina tirrenica ospiterà, infatti, un evento esclusivo mirato alla valorizzazione della cultura del vino e dell’olio della nostra terra. L’iniziativa si svolgerà presso la sala conferenze del museo della Tonnara a Marina di Pizzo con inizio alle ore 17. La presidente dei Sommelier calabresi, Maria Rosaria Romano, ha voluto dedicare la manifestazione alle strategie di comunicazione del vino e per l’occasione Pierfrancesco Multari, vicepresidente dell’Ais, illustrerà il progetto “Calabria wine tour”con la presentazione delportale del vino calabrese messo a punto dall’Ais Calabria.
Nella cornice del museo napitino, affacciato sulla Marina ai piedi dello storico borgo di Pizzo, si svolgerà l’intenso programma dell’edizione calabrese della manifestazione che si tiene simultaneamente in tutte le regione italiane a cura dell’Ais che quest’anno celebra i primi cinquant’anni di vita dell’associazione. L’agenda dell’evento prevede per le ore 17 l’avvio del convegno sulla comunicazione del vino al quale parteciperanno, oltre a Maria Rosaria Romano e a Pierfrancesco Multari, la delegata Adi Vibo Valentia, Marica Inzillo. Nel corso dell’incontro, moderato dal giornalista-sommelier Gianfranco Manfredi, sono previsti gli interventi di Antonio Andreoli (Ceo di lavoroeformazione.it esperto di webmarketing), Daniele Gambardella (ideatore di Enofolio), del giornalista-editore Massimo Tigani Sava (direttore di LocalGenius) il grafico Giampaolo Palumbo e Giovanni Gagliardi (vinocalabrese.it, esperto di comunicazione e marketing territoriale).
Si parlerà di webmarketing, marketing on-line, enologia e social media e dell’immagine visiva del vino. Toccherà invece a un testimone d’eccezione, Nicodemo Librandi, ricollegare le problematiche della comunicazione alle esperienze concrete dei vigneti, della ricerca sui vitigni autoctoni e della conquista di consenso tra i consumatori e il mercato nazionale e internazionale Al termine della conferenza i presenti avranno accesso a un banco di assaggio, dove saranno in degustazione le etichette di un gruppo di aziende “new-entry” nel mondo del vino calabrese: Cantine Benvenuto di Francavilla Angitola, Casale Limonaci di Antony Reale a Sant’Ilario, Agricola Panettiere, Dell’Aera di Soveria Simeri, Enobruzia di Marco De Rose,Vigneti Iembo, La Peschiera e Casa Comerci.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto