Una riflessione sul caso Angelo tra prevenzione e repressione

COSENZA Una riflessione sul “caso Angelo”, il povero cane torturato e ucciso a Sangineto da quattro ragazzi. Un dibattito a più voci è quello organizzato per sabato prossimo, 4 febbraio,…

COSENZA Una riflessione sul “caso Angelo”, il povero cane torturato e ucciso a Sangineto da quattro ragazzi. Un dibattito a più voci è quello organizzato per sabato prossimo, 4 febbraio, nel cinema-teatro Aroldo Tieri di Cosenza. Del caso di Angelo si sono occupate tantissime associazioni animaliste che hanno inscenato una grande protesta a luglio nella cittadina tirrenica e di cui si è occupata anche la trasmissione televisiva di Italia1 “Le Iene”. Il convegno sul tema “Gli altri animali come sono tutelati dal nostro ordinamento”, affronterà con esperti del settore il delicato tema del maltrattamento degli animali tra prevenzione e repressione. Ad aprire i lavori sarà Massimo Bozzo, referente alla tutela animali del Comune di Cosenza. Dopo i saluti del sindaco Mario Occhiuto, Anna Velardi, delegata Oipa Cosenza parlerà delle funzioni dell’Oipa sul territorio cosentino.
Il dottor Oreste Napoli, cancelliere responsabile della Corte di Assise del Tribunale di Cosenza, tratterà il tema sotto l’aspetto giuridico con un intervento sulle leggi a tutela degli animali.
L’avvocato Claudia Taccani, responsabile sportello legale Oipa Italia discuterà della funzione delle associazioni per la protezione dei animali nei procedimenti penali. L’avvocato Morena Naccarato, legale di fiducia Oipa italia sez. Cosenza relazionerà sui casi giudiziari riguardanti gli animali sul territorio calabrese. L’avvocato Alessandro Ricciuti, presidente Animal law parlerà delle esperienze di altri ordinamenti e riflessioni in tema di evoluzione della tutela degli animali. L’avvocato Rossella Nigro, responsabile Gaia lex Cosenza interverrà sull’attività legale sul territorio cosentino.
La dottoressa Francesca Sorcinelli, presidente linK-Italia (aPs) affronterà la correlazione fra maltrattamento e/o uccisione di animali, violenza interpersonale e ogni altro comportamento deviante, antisociale e/o criminale. Alessandro Piacenza, vicecoordinatore nazionale guardie zoofile Oipa Italia parlerà della funzione e competenze della guardia eco-zoofila.
Infine Mario Morelli, coordinatore guardie zoofile Oipa Italia della Calabria e di Cosenza e provincia relazionerà sulle funzioni del Nucleo guardie zoofile sul territorio cosentino.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto