Lo Moro: «Buon segnale l’istituzione di Valli Cupe»

CATANZARO «La legge regionale che ha istituito la Riserva Naturale “Valli Cupe”, la cui fama ha travalicato da tempo i confini regionali, dà finalmente veste giuridica ad un’esperienza naturalistica di…

CATANZARO «La legge regionale che ha istituito la Riserva Naturale “Valli Cupe”, la cui fama ha travalicato da tempo i confini regionali, dà finalmente veste giuridica ad un’esperienza naturalistica di successo nata su basi volontaristiche grazie all’azione intelligente del botanico Carmine Lupia e della cooperativa “Segreti Mediterranei” di Sersale». È quanto afferma, in una nota, la senatrice Doris Lo Moro.
«L’aver agito congiuntamente, istituzioni e territorio, per valorizzare un patrimonio ambientale come le Valli Cupe – sostiene ancora – diventato nel corso di quindici anni un vero e proprio modello di sviluppo sostenibile dal basso, è un buon segno per la Calabria. La Riserva, con le sue emergenze ambientali uniche nel panorama europeo, se ben organizzata lungo il tracciato che antepone le competenze e il merito alle appartenenze e nel rigoroso ossequio ai principi della legalità e della buona amministrazione, può diventare una esperienza pilota per tante altre realtà naturalistiche calabresi e meridionali».
«Non ho potuto partecipare alla presentazione della Riserva avvenuta nel convegno di giorno 10 a Sersale – aggiunge la senatrice -, ma le qualificate presenze e la grande partecipazione di pubblico testimoniano la piena riuscita della manifestazione che dà ulteriore forza al risultato legislativo raggiunto. Di assoluto interesse sono le prospettive che ora si dischiudono sia per l’area coinvolta che per tanti giovani intraprendenti che sono stati in grado di inventarsi un lavoro tutelando il proprio territorio fino a farlo diventare un formidabile attrattore turistico».
«Occorre adesso – prosegue Lo Moro – che con la stessa determinazione e sinergia con cui si è agito per le “Valli Cupe” ci si muova per valorizzare pienamente le aree protette, a incominciare dai nostri quattro Parchi, che possono contribuire a far fare passi da gigante alla nostra regione partendo dal coinvolgimento delle numerose personalità e associazioni che sul tema della tutela e valorizzazione ambientale possono vantare in Calabria solide e riconosciute competenze».
«Del tutto rassicurante, circa il futuro della Riserva – conclude l’esponente politica – e faccio i miei più vivi complimenti a chi ha avuto l’idea, la designazione della storica dell’arte e presidente di “Mito” Anna Gastel quale “ambasciatrice” nel mondo delle Valli Cupe. Una scelta di alto spessore culturale che contribuirà certamente ad arricchire le proposte in campo e ad offrire una dimensione nazionale ed europea a questo importante sistema ambientale calabrese».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto