“La favola del piccolo Cisse” arriva in Vaticano

COSENZA La favola del piccolo Cisse, il libro scritto da Franco Corbelli, stampato a sue spese e distribuito gratuitamente, è stato presentato, giovedì, da Radio Vaticana, nel corso di un…

COSENZA La favola del piccolo Cisse, il libro scritto da Franco Corbelli, stampato a sue spese e distribuito gratuitamente, è stato presentato, giovedì, da Radio Vaticana, nel corso di un programma in diretta, condotto da Fabio Colagrande.
Corbelli, in collegamento telefonico dalla Calabria, ha raccontato la favola del bambino ivoriano di 5 anni sbarcato da solo al porto di Corigliano, il 15 luglio dello scorso anno, da una nave tedesca carica di migranti e a cui miracolosamente, grazie ad una straordinaria mobilitazione, promossa dal leader di Diritti Civili in collaborazione con una Ong, altri soggetti e Istituzioni. Il libro sta adesso per essere da Radio Vaticana recapitato a Papa Francesco, a cui Corbelli lo aveva indirizzato con una dedica personale. «È una gioia immensa. Spero dopo che Papa Francesco lo avrà letto di poterlo incontrare. Sono certo che leggendo la favola vera del piccolo Cisse il Santo Padre si commuoverà e sarà felice dell’esito finale, del miracolo che siamo riusciti a realizzare, salvando prima in mare quel bambino, grazie all’Ong Save the Children, poi accogliendolo in Calabria e rintracciando i genitori, il papà, in Francia, e la mamma, che era prigioniera degli scafisti in Libia in uno di quegli orribili lager, liberata dai suoi carcerieri dopo la nostra forte e continua pressione. Quello che ho scritto non è un libro qualsiasi è una favola reale destinata a restare per sempre, come le grandi, immortali fiabe del passato. Adesso ci si inizia a rendere conto del valore immenso di questa opera, che racconta, attraverso la favola vera del piccolo Cisse, tutto il dramma dell’immigrazione, con le migliaia di morti nel Mediterraneo, i muri della vergogna dell’Europa e l’isolamento dell’Italia di fronte alla drammatica emergenza. Ma il libro e la storia a lieto fine di questo piccolo ivoriano sono anche un messaggio di grande speranza».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password