Trofeo Prastarà, trionfa Italo Carnevale

Il portacolori del “Paola Bike team” ha avuto la meglio su Giuseppe Nucera, biker del “Team Bike Valle grecanica”

Italo Carnevale ha fatto suo il quarto “Trofeo Prastarà”. Il portacolori del “Paola Bike team” ha avuto la meglio su Giuseppe Nucera, biker del “Team Bike Valle grecanica” al termine di una gara tirata che, anche a causa di un incidente meccanico che ha attardato Tony Vigoroso (Marco Montoli), è vissuta sulla sfida tra i due forti ciclisti calabresi. Italo Carnevale ha chiuso il percorso della gara di mountain bike – quasi cinque chilometri tracciati dall’Asd “Salinbici” del presidente Assunto Zerbi in collaborazione con Leonardo Zampaglione della “Cicloturistica 2001” – in un’ora e cinque minuti alla media di oltre 20 chilometri orari, staccando il diretto rivale di soli nove secondi. Sul terzo gradino del podio, attardato di quattro minuti rispetto alla coppia di testa, è salito Tony Vigoroso, atleta reggino in forza alla “Marco Montoli”.
Per lui quella di contrada Prastarà è stata una gara in salita. Prima un incidente meccanico, con la catena che è uscita fuori sede, e dopo una caduta al termine del single track ricavato fra le rocce salinesi, gli ha impedito di competere per la vittoria finale. La sua, comunque, è stata una rimonta eccezionale, di forza, che in poco tempo gli ha consentito di recuperare gran parte del tempo perduto e di sopportare prima la rincorsa di Antonio Mazzullo (Mtb Palmi) e, dopo, di Giuseppe Richichi “Cycling Rhegium team”.
Attardato da una serie di incidenti meccanici anche l’atleta di casa Francesco Foti (Asd Salinbici) che, al termine di una gara difficile e resa ancora più dura dal caldo asfissiante, ha staccato una tredicesima posizione in classifica generale ed un settimo posto di categoria. Meglio di lui ha fatto Rosario Passarini (Ac Garibaldina). Il giovane ciclista salinese ha vinto il confronto diretto, facilitato dai problemi meccanici di Foti, e dopo una gara a due durata quattro giri ha chiuso in undicesima posizione generale, conquistando la quinta piazza di categoria. Ottima anche la prestazione di Francesco Licordari (Ac Garibaldina) che ha centrato un secondo posto di categoria sul percorso corto.
Queste, infine, le prime dieci posizioni della classifica generale: Italo Carnevale (Paola bike team); Giuseppe Nucera (Valle grecanica); Tony Vigoroso (Marco Montoli); Giuseppe Richichi (Rhegium team); Eugenio Zangari (Marco Montoli) Valentino Chindamo (Asd Michele Napoli); Francesco Valastro (Marco Montoli); Geremia Macrì (Rabike’s); Carmelo Alati (Marco Montoli) e Antonino Casali (Reventino bike team). Il trofeo alla migliore squadra, invece, è andato alla “Be-Cycle” di Marino Fusco.
Questi, poi, i vincitori del percorso corto della seconda prova del Challenge di chiusura del comitato Csain di Reggio Calabria: Annunziato Matti (Cicli Ilario), davanti a Vincenzo Canale “Cicloturistica 2001” e Luca Pane (Reventino bike team). Fra le donne, invece, ha primeggiato Domenica Mazzeo (Vibo bikers scatenati). Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato il sindaco del comune di Montebello Ionico, Ugo Suraci e l’assessore comunale Maria Foti.
“Quello di contrada Prastarà – ha commentato il presidente dell’Asd Salinbici, Assunto Zerbi – è stato un esperimento riuscito. Quest’anno, infatti, abbiamo scelto di organizzare la gara con la diretta, importante e decisiva collaborazione di Leonardo Zampaglione, atleta iscritto con la Cicloturistica 2001 ed affiliato ad un ente diverso dal nostro. La riuscita dell’evento ci conferma che nello sport, quando questo viene vissuto in maniera corretta, non esistono steccati di appartenenza”.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto