Serie B, il Cosenza cade a Benevento

I rossoblù perdono 1-0 in trasferta. Decisivo il gol di Armenteros

COSENZA Cade il Cosenza contro il Benevento al Ciro Vigorito. Non basta ai lupi giocar bene per buona parte del match, alla fine il gol di Armenteros cancella una buona prestazione e costa ai ragazzi di Braglia la seconda sconfitta consecutiva in stagione dopo il ko casalingo contro il Pescara.
LA PARTITA Il Cosenza parte forte, Occhiuzzi (in panchina al posto di Braglia squalificato) è soddisfatto dell’approccio alla gara dei suoi, soprattutto dei movimenti di Kanoute e Machach – alla prima in maglia rossoblù – e subito pericoloso con un tiro da lontano. Le ripartenze sono una spina nel fianco per il Benevento e mister Inzaghi chiede sin da subito ai suoi di far girare palla velocemente per eludere il pressing avversario. Ma il Cosenza non si schiaccia in difesa e si affida ai piedi di Leandro Greco per costruire la manovra offensiva. E’ l’ex regista della Roma il nuovo leader del centrocampo rossoblù dopo l’addio di Palmiero.
Davanti a far ammattire gli avversari ci pensa invece Machach: ispirato il francese di Marsiglia cerca sempre il dribbling e si muove su tutto il fronte d’attacco senza dare punti di riferimento a Volta e compagni. Il giovane Zinedine ruba la scena e quando entra in possesso di palla accende la spia rossa nella retroguardia campana costretta a fermarlo ricorrendo anche alla maniere forti. Decisamente sottotono – invece – l’apporto di Riviere (anche lui all’esordio) che a differenza del compagno di reparto fatica a rendersi pericoloso.
La manovra del Benevento nella prima frazione di gioco è troppo prevedibile ed Inzaghi in panchina si sbraccia nervosamente. I rimproveri dell’ex tecnico del Venezia provocano una timida reazione con Improta che – al 31esimo – taglia in area di rigore rossoblù e di sinistro strozza il tiro che finisce lontano dalla porta difesa da Perina. E’ l’unica vera occasione costruita dai padroni di casa nel primo tempo. Che si chiude con i calabresi in controllo del gioco e gli ospiti in affanno.
La ripresa si apre con un cambio obbligato per Inzaghi, Antei entra al posto dell’infortunato Volta. E’ dei padroni di casa il primo squillo del secondo tempo, Insigne si rende pericoloso con una girata in area di rigore che finisce di poco lontano dal palo della porta difesa da Perina. Il Cosenza risponde pochi minuti dopo: sugli sviluppi di un calcio di punizione, Greco pesca Monaco che di testa gira in porta ma trova pronto Manfredini. Il Benevento alza il ritmo e Occhiuzzi decide di cambiare: fuori Machach – stanco dopo i primi minuti giocati in stagione – dentro Pierini. Ma sono ancora i padroni di casa a rendersi pericolosi al 60esimo con Coda pescato in area di rigore da Insigne, il tiro dell’attaccante però sbatte su Idda e finisce in calcio d’angolo.
Il Cosenza è in affanno, i rossoblù soffrono le sortite offensive degli attaccanti campani. Davanti Riviere fatica a trovare spazio ed a far salire la squadra e lascia il terreno di gioco per far posto a Mirko Carretta. In cinque minuti, Occhiuzzi cambia i due attaccanti e prova a giocarsela in contropiede. Anche Inzaghi vuole forze fresche in attacco e toglie un esausto Improta per inserire Kragl.
I tanti cambi, il caldo e la stanchezza abbassano il ritmo del match. I primi venticinque minuti di gioco scivolano via tra qualche tackle di troppo ed errori di misura. La mossa che cambia la partita la fa Inzaghi, all’81esimo, quando richiama in panchina Sau e lancia Armenteros. L’attaccante dieci minuti dopo infiamma il suo pubblico, segnando in spaccata su assist di Viola. Lesti i giocatori del Benevento a battere velocemente un corner, Viola riceve il passaggio corto di un compagno e di sinistro offre ad Armenteros un pallone solo da spingere in rete. Distratta la retroguardia rossoblù che crolla dopo 92 minuti giocati senza concedere grosse occasioni agli avversari.
I padroni di casa conquistano con i denti tre punti pesantissimi e condannano il Cosenza alla seconda sconfitta consecutiva.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto