Il “Carlei” di Lamezia riapre parzialmente – VIDEO

Grazie al contributo della Provincia di Catanzaro lo stadio della Vigor ha un nuovo manto. Tra pochi mesi sarà completato. Abramo: «Era un peccato tenerlo chiuso»

di Giorgio Curcio
LAMEZIA TERME Lo aveva promesso il 17 luglio scorso (ne abbiamo scritto qui) e, dopo poco più di quattro mesi, Sergio Abramo è ritornato a Lamezia Terme per dar seguito alle sue parole. Un impegno assunto in una calda giornata d’estate ovvero la riapertura, seppur parziale, dello stadio “Carlei” attraverso una cerimonia ufficiale, già rimandata di qualche giorno, ma solo a causa del maltempo.
Si tratta di un vecchio progetto trentennale e simbolo, suo malgrado, di una città per larghi tratti immaginata sulla carta e realizzata solo in parte. Negli anni tante promesse, cerimonie d’apertura, chiusure repentine e infine l’abbandono. Tanto che lo scorso luglio in pochi avrebbero immaginato che, sotto una sterminata distesa di erba alta oltre 2 metri, potesse celarsi un vero campo da calcio.
Un pallino quello del “Carlei” di Lamezia per Sergio Abramo, sindaco e presidente della città e della Provincia di quella Catanzaro che tende ad allargare i propri confini sempre più ad ovest verso la città della Piana. Un’ambizione rafforzata adesso della rinnovata amicizia e collaborazione con il rieletto sindaco, Paolo Mascaro.
Qualche migliaio di euro (tra i 30 e i 40) quelli investiti dalla Provincia, per riqualificare il campo e ripristinare in parte gli spogliatoi da affidare alla Vigor che ne ha l’uso in concessione. Ma, così come confermato da Abramo, si tratta solo di una piccola parte del progetto.
Nei prossimi mesi, anche grazie ai fondi previsti dai CIS (previa approvazione) lo stadio “Carlei” verrà rinnovato e completato definitivamente, a cominciare dalle tribune che saranno completamente smantellate e sostituite con delle costruzioni moderne ed efficaci.
Insomma, un progetto visionario (l’ennesimo) e che almeno nelle idee servirà a rilanciare non solo il “Carlei”, ma le attività sportive ed agonistiche a Lamezia Terme: «Era un peccato vedere quest’impianto chiuso. Abbiamo presentato un progetto per l’erba sintetica alla Regione Calabria e poi un altro per la ristrutturazione e lo abbiamo già inserito nei CIS insieme al Comune di Lamezia con il quale è ripartita la collaborazione». «E poi – continua Abramo – a me piacerebbe anche fare un autodromo, il primo del Sud, per tanti appassionati e magari utilizzarlo per i corsi di guida sicura utili ai tanti giovani e al territorio lametino».
Quando partirà il prossimo progetto ancora è dato sapere. L’unica certezza è che il legame tra Lamezia e Catanzaro (tra Abramo e Mascaro) è più saldo che mai e già in settimana il primo cittadino catanzarese potrebbe tornare a Lamezia per il progetto legato al Parco del Savutano. (redazione@corrierecal.it)

Stadio “Carlei” a Lamezia, ci siamo: riaperto (parzialmente) l’impiantoIl presidente Sergio Abramo: "Era un peccato…

Pubblicato da L'altro Corriere TV su Sabato 30 novembre 2019

 

 







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto