Un rigore al 90esimo castiga il Cosenza contro la Juve Stabia

Un tiro in piena area di Cissè è stato intercettato da Capela con un braccio, nessun dubbio sul penalty e Forte ha spiazzato Perina. Adesso al via la pausa e il mercato di riparazione

CASTELLAMMARE DI STABIA Al “Menti” di Castellammare di Stabia finisce la serie positiva per il Cosenza. Gli uomini di Piero Braglia, cedono le armi ai padroni di casa solo all’87esimo quando Forte, direttamente dal dischetto del rigore, trafigge Pietro Perina. Il fallo di mano di Anibal Capela, viene sanzionato dal direttore di gara che ben posizionato non esita ad indicare il dischetto. L’ultima partita del 2019 per il Cosenza si chiude con una sconfitta, esulta invece la neopromossa Juve Stabia che macina punti quasi al ritmo dei primi della classe. Già da domani al via la pausa invernale, poi si aprirà la finestra del mercato di riparazione. Le squadre torneranno in campo nel fine settimana del 17 e 18 gennaio.

LA PARTITA Le api di Stabia sfruttano il fattore campo ma i lupi della Sila mantengono senza farsi troppo intimorire. La sintesi del primo tempo tra Juve Stabia e Cosenza Calcio è tutta qui. Due squadre in piena forma e in piena corsa salvezza. I padroni di casa, con solo una sconfitta nelle ultime sei giornate, gli ospiti con due vittorie importanti contro Pisa e Empoli. Fabio Caserta e Piero Braglia si ritrovano per l’ultima partita del 2019 che sa un po’ di resa dei conti. Nonostante le fatiche del Boxing Day, i due allenatori provano a mantenere inalterate le formazioni. I gialloblù fanno passare il gioco del 4-3-3 dai piedi di Calò e in attacco ripongono fiducia in Bifulco, Forte e il rossanese Canotto. Per i rossoblù il riferimento in attacco è invece Emanuel Riviere. Broh e Sciaudone sono nella mediana mentre Capela e Idda sono schierati dinnanzi alla porta di Pietro Perina. La Juve Stabia ci prova già al decimo minuto. Sulla punizione al limite dell’area calciata da Forte, Perina è miracoloso e con la punta delle dita caccia una palla destinata a sfilare le ragnatele sotto il sette. La reazione degli ospiti è contenuta e nonostante qualche sortita offensiva. L’esterno delle Api di Castellammare prova una volè sul finire del primo tempo, la palla termina alta ed è l’ultimo brivido di un primo tempo a forte trazione gialloblù. Un secondo tempo soporifero. Azioni offensive poco convinte sia da una parte che dall’altra ma la partita cambia completamente all’87esimo. Il tiro di Cissè è intercettato con il braccio alto dal difensore del Cosenza. L’arbitro indica il dischetto e Pietro Perina viene completamente spiazzato. Il goal nelle battute finali è la sveglia per un Cosenza che complice le partite in modo ravvicinato ha rincorso per gli avversari per tutti i 90 minuti.  In pieno recupero, con la squadra totalmente sbilanciata in attacco, l’occasione del pareggio capita sui piedi di Riccardo Idda che su cross di Lazaar non riesce a trovare il tap in vincente a porta vuota.

 







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto