La Vibonese pensa a un allenatore-manager. Benny Carbone potrebbe essere il suo Rangnick

l’ex Inter, con un passato importante in Premier League, è originario di Bagnara. E pensa al ritorno in Calabria dopo le stagioni da secondo di Zenga

di Fabio Benincasa
VIBO VALENTIA Il Milan potrebbe essere la prima squadra in Italia ad affidarsi ad un allenatore-manager. Ralf Rangnick si siederà sulla panchina dei rossoneri al termine della stagione ma non assumerà solo la guida tecnica della squadra. Il suo compito sarà quello di scegliere i calciatori da acquistare, gestire le risorse da destinare al mercato ed allo scouting ed addirittura – si vocifera – di un ruolo decisionale nel settore sanitario del club. Insomma un solo uomo al comando, un po’ come accade in Inghilterra. Una figura che rischia di stravolgere l’idea italiana del classico allenatore in tuta (oggi giacca e cravatta) impegnato a coordinare il lavoro del gruppo durante la settimana e scegliere l’undici di partenza nelle gare di campionato e coppa.
Un’idea quella dell’allenatore-manager che stuzzica e non poco anche il patron della Vibonese, Pippo Caffo. Che potrebbe rivedere scelte e piani societari dopo l’addio di Beccaria e Lo Schiavo. Il presidente lavora per riempire le caselle societarie rimaste vuote (qui la notizia), ma negli ultimi giorni ha riflettuto sulla possibilità di concedere pieni poteri ad un unica figura in grado di occuparsi del mercato e della gestione della squadra: un manager all’inglese. Da qui, la possibilità di portare a Vibo Valentia Benny Carbone.
Calabrese, originario di Bagnara, Carbone ha un passato da calciatore nell’Inter e sopratutto in Premier League dove ha vestito le maglie di Sheffield Wednesday, Aston Villa, Bradford City, Derby County e Middlesbrough. Per lui anche un’esperienza in Australia con il Sidney Fc.
Un curriculum internazionale, un’esperienza invidiabile all’estero che potrebbe rivelarsi fondamentale per ricoprire il ruolo che la società calabrese sembra intenzionata ad affidargli. Carbone viene da stagioni vissute al fianco di Walter Zenga, dove ha lavorato come secondo allenatore sia a Crotone che a Venezia ed ha voglia di mettersi in gioco e tornare in panchina.
I contatti – come verificato dalla nostra redazione – ci sono e ci sono stati, le parti stanno discutendo e non è affatto difficile che l’accordo possa essere ratificato nei prossimi giorni. (redazione@corrierecal.it)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto