Reggina, sfuma Barillà. Resta in piedi l’idea Missiroli

L’ex Parma cederà alle lusinghe del Monza di Berlusconi e Galliani. Gallo spera nell’ingaggio di Simone, magari da mettere in coppia con Crisetig

di Fabio Benincasa
REGGIO CALABRIA
Nino Barillà non giocherà con la maglia della Reggina. La trattativa per riportare il centrocampista in riva allo Stretto in realtà non è mai partita, il club amaranto avrebbe fatto carte false per convincere il calciatore ma l’operazione era economicamente complessa. Barillà, infatti, è legato da altri due anni di contratto al Parma e su di lui è piombato il Monza di Berlusconi e Galliani che hanno presentato al calciatore la classica offerta irrinunciabile. L’idea di sposare un progetto concreto e ambizioso ha convinto l’ex amaranto a cedere alla corte dei dirigenti lombardi allontanando, almeno per il momento, il possibile ritorno a casa.
Quella del centrocampista cresciuto al Sant’Agata non è una scelta dettata solo ed esclusivamente dal denaro. Dopo anni in Serie A con il Parma, a 32 anni, ha deciso di firmare il suo ultimo grande contratto scegliendo un club che punta alla promozione diretta ed a disputare un eccellente campionato di Serie B. La Reggina resta nel cuore di Nino che appena può torna nella sua città. Si sente calabrese e sopratutto reggino e non ha mai rinnegato il suo passato, anzi nel corso di alcune interviste ha giurato amore eterno alla Reggina. Se fosse dipeso da lui – come più volte ha avuto modo di ribadire – non avrebbe mai lasciato il club che lo ha lanciato nel grande calcio.
Nel cuore e nei pensieri del presidente della Reggina, Gallo, c’è un altro illustre ex: Simone Missiroli. Ancora legato contrattualmente alla Spal, il centrocampista reggino era stato contattato negli scorsi mesi dal ds dei calabresi, Massimo Taibi (ne abbiamo parlato qui). Missiroli allora impegnato nella corsa salvezza con la Spal declinò l’offerta e chiese tempo per pensare e concentrarsi sul campionato poi culminato con un’amara retrocessione. Oggi le cose sono cambiate, la Spal è in Serie B così come la Reggina e i discorsi tra le parti potrebbero riprendere anche se il secco no del centrocampista aveva irrigidito proprietà e diesse che si sarebbero aspettati un’apertura da parte del calciatore.
Il tempo forse guarirà le ferite ed aiuterà Taibi a digerire il rifiuto, un talento come quello di Missiroli potrebbe ulteriormente alzare la qualità di un centrocampo, quello amaranto, pronto ad accogliere anche Lorenzo Crisetig. (redazione@corrierecal.it)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto