Pari del Cosenza contro l’Entella nella prima di serie B

Al San Vito Gigi Marulla gli uomini di Occhiuzzi conquistano il primo punto stagionale. La squadra è ancora in costruzione, buone le prestazioni di Baez e Bittante

COSENZA Termina 0-0 la prima gara di campionato del Cosenza. Di positivo il punto portato a casa, sul gioco impossibile esprimersi perché entrambe le squadre non hanno mai davvero dato l’impressione di avere la forza necessaria a cambiare l’andamento della gara. Il giudizio sulla squadra rossoblù è rimandato alla prossima partita, i lupi scenderanno in campo mercoledì alle 15 contro l’Alessandria in Coppa Italia.
LA PARTITA Il Cosenza riparte dall’Entella, dopo il match post lockdown che diede ufficialmente il via alla clamorosa rimonta dei lupi culminata con la salvezza agguantata nell’ultima giornata dello scorso campionato. Sulla panchina rossoblù siede sempre Roberto Occhiuzzi, confermatissimo dopo il “miracolo” compiuto e desideroso di misurarsi dall’inizio con un campionato difficile come quello di B. Nessuna sorpresa in campo, il tecnico di Cetraro riparte dal collaudato 3-4-1-2. In porta Saracco con Idda, Legittimo e Ingrosso nella linea a tre di difesa. A destra Corsi, Bittante sulla corsia opposta di centrocampo, in mezzo capitan Bruccini, affiancato da Sciaudone. In attacco Baez a suggerire Carretta e Litteri. Solo panchina per l’ultimo arrivato Gliozzi. L’Entella rispetto alla scorsa stagione ha cambiato allenatore affidandosi a Bruno Tedino . 4-3-1-2 il modulo scelto per l’esordio con Borra in porta, Chiosa-Poli centrali di difesa con De Col a destra e Costa a sinistra. A centrocampo, Bresciani, Paolucci e Settembrini con Crimi dietro De Luca e Brunori. Al 13esimo il primo squillo del Cosenza. Contropiede dei rossoblù che parte di Litteri, il 9 scarica su Baez che serve con un perfetto sinistro in area di rigore Bittante. L’esterno calcia di destro cercando l’angolino basso alla sinistra del portiere bravo a stendersi e deviare in angolo. I ritmi sono lenti con le due squadre molto chiuse, la percentuale di possesso palla a favore dei padroni di casa aumenta con il passare dei minuti ma di azioni pericolose neanche l’ombra. L’Entella si affaccia timidamente dalle parti di Saracco ma Idda è sempre preciso nell’evitare pericoli per il portiere. Tedino al 36esimo è costretto anche ad effettuare un cambio: fuori Settembrini infortunato, dentro Toscano. Finisce dopo tre minuti di recuperi un primo tempo avaro di emozioni.
SECONDO TEMPO Nessuna azione pericolosa nei primi quindici minuti, entrambe le formazioni giocano sotto ritmo. Opache le prestazioni dei rossoblù Carretta e Litteri mentre Baez è già in forma campionato. L’uruguaiano insieme a Idda e Bittante è sicuramente il migliore della formazione silana. All’undecisimo proprio Litteri lascia il campo per il neo acquisto Gliozzi. L’attaccante è arrivato qualche giorno fa dal Monza in prestito. Al 16esimo della ripresa il primo squillo dell’Entella. Su calcio di punizione dal limite Paolucci impegna Saracco che devia lontano dalla porta una conclusione velenosa. Il punteggio resta inchiodato sullo 0-0 nonostante la buona volontà degli uomini di Occhiuzzi. Tedino passeggia nervosamente e dopo aver atteso 25 minuti nella ripresa decide di sostituire Brunori e inserire Morra. Serve una scintilla per rompere l’equilibrio di un match bloccato ed allora l’allenatore guarda in panchina e chiede a Sacko e Kone di entrare. Il francese è l’arma in più dell’attacco rossoblù dopo gli addii di Riviere e Asencio. Esterno puro, buon dribbling e discreta tecnica Sacko potrebbe diventare pedina fondamentale nello scacchiere tattico di Occhiuzzi a patto che ci sia tempo e pazienza di aspettare un calciatore che necessita di qualche settimana di ambientamento. Discorso diverso per Kone, tornato a Cosenza dopo una stagione, la scorsa, decisamente sottotono anche per colpa di tanti infortuni. La gara non si sblocca e il secondo tempo scivola via tra sbadigli ed errori da matita blu da ambo le parti. Nessuna azione pericolosa, nessun tiro insidioso. L’arbitro fischia la fine del match dopo quattro minuti di recupero. (f.b.)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto