Crotone rimontato dal Cagliari. Stroppa: «Risultato ingiusto»

Finisce 4-2 per i sardi la sfida al Sardegna Arena. Gli squali aprono le marcature e riescono anche a pareggiare i conti. Poi due reti dei padroni di casa mandano in soffitta la gara. L’allenatore dei pitagorici: «Ingiusto perdere giocando così»

CAGLIARI Alla Sardegna Arena il Cagliari vince in rimonta contro il Crotone per 4-2. Decisive le reti di Lykogiannis, Simeone, Sottil e Joao Pedro. Risultato che porta gli uomini di Di Francesco, reduci dalla bella vittoria con il Torino, a quota 7 punti, mentre i calabresi restano fermi all’ultimo posto in classifica con un solo punto conquistato per aver fermato la Juventus. Avvio convincente dei sardi che fin da subito pressano alto e riescono a chiudere il Crotone nella propria metà campo. Il Cagliari continua a spingere ma sono gli uomini di Stroppa a passare in vantaggio al 21′: grandissima discesa di Reca sulla corsia mancina che se ne va a Zappa e fa partire il traversone basso dalle parti di Junior Messias. Il numero 30 anticipa Godin e insacca alle spalle di Cragno il suo primo gol in Serie A. Il Crotone non fa in tempo a festeggiare che passano tre minuti e arriva il pareggio dei padroni di casa. Lykogiannis da calcio di punizione pennella un cioccolatino che supera la barriera predisposta da Cordaz e riporta il risultato sull’1-1. Sulle ali dell’entusiasmo gli uomini di Di Francesco cambiano marcia e completano la rimonta al 35′ con Simeone che raccoglie la verticalizzazione di Joao Pedro e a tu per tu con il portiere non sbaglia.
Allo scadere del primo tempo, pero’, Molina al volo dal limite dell’area scarica un destro potente, imprendibile per Cragno. Sembra tutto finito per la prima frazione e invece al 45′ ultima azione dei sardi con Zappa che va al cross e Sottil di testa ribadisce in rete. Ad inizio ripresa viene espulso Cigarini per doppia ammonizione e il Crotone è costretto a giocare in 10 uomini per tutto il secondo tempo. Con il passare dei minuti la stanchezza affiora e le occasioni si fanno sempre meno convincenti. Sul finale Joao Pedro chiude definitivamente la partita calando il poker.

«NON POSSIAMO PERDERE GIOCANDO COSÌ» «Negli episodi dei gol bisogna lavorare, perché non si puo’ tornare a casa senza punti dopo una prestazione del genere». Questo il commento amareggiato del tecnico del Crotone, Giovanni Stroppa, dopo la sconfitta subita sul campo del Cagliari. «A caldo è sembrato che dobbiamo avere più coraggio in alcune situazioni – ha evidenziato l’allenatore del club calabrese – Potevamo certamente finire il primo tempo in avanti e invece siamo andati negli spogliatoi sotto nel punteggio, poi con un uomo in meno stranamente abbiamo migliorato la qualità del palleggio e siamo stati anche bravi a creare delle occasioni, ma non abbastanza da agguantare il risultato. Di sicuro giocare dieci contro undici con un tempo davanti e oltretutto sotto di un gol non era semplice: la squadra ha reagito nel modo giusto. Se guardo l’episodio dell’espulsione forse c’erano altre situazioni analoghe che sono state valutate diversamente, ma va bene così. Bisogna crederci perché comunque pecchiamo negli episodi, che sono assolutamente da colmare, ma possiamo assolutamente migliorare e al di là degli errori tecnici e tattici c’è sicuramente anche un aspetto caratteriale».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto