Cosenza, la “lista della spesa” di Fontana

COSENZA Ieri sera l’annuncio ufficiale, questa mattina la firma sul contratto che legherà Gaetano Fontana al Cosenza Calcio fino a giugno 2018.Il nuovo allenatore dei rossoblù, stamane, ha visitato lo…

COSENZA Ieri sera l’annuncio ufficiale, questa mattina la firma sul contratto che legherà Gaetano Fontana al Cosenza Calcio fino a giugno 2018.
Il nuovo allenatore dei rossoblù, stamane, ha visitato lo stadio “San Vito – Marulla” e lo store ufficiale del club. Qualche stretta di mano, molti sorrisi e poi riunione con i vertici societari per mettere a punto alcuni aspetti tecnici. Si è parlato di staff, con Fontana che dovrà scegliere il suo vice. Sicuramente non sarà Roberto Occhiuzzi che rimarrà comunque nello staff  come collaboratore tecnico. Per quanto riguarda il mercato, invece, trova conferma l’indiscrezione filtrata ieri e che vede il club silano sulle tracce di Paolo Capodaglio. Il mediano classe ’85, di proprietà della Juve Stabia, è un pupillo di Fontana che vorrebbe affidargli le chiavi del centrocampo. Da qualche ora, circola con insistenza il nome di Salvatore Burrai, un altro centrocampista che piace e non poco al tecnico ex Juve Stabia. D’altro canto, in mezzo al campo i rossoblù hanno bisogno di qualche ritocco, visto l’addio di Caccetta che ha firmato con il Catania.
Per ora solo qualche abboccamento, ma il Ds Trinchera si metterà subito a lavoro per rinforzare la squadra. Servono uomini di qualità, in grado di esaltare il 4-3-3 di Fontana. Modulo preferito dall’allenatore catanzarese che gioca un calcio offensivo e legato al possesso palla. Fontana  classe 1970, ha vissuto una brillante carriera da centrocampista, centrando numerose promozioni – celebre quella ottenuta con la maglia dell’Ascoli, squadra con cui ha chiuso poi la propria carriera da calciatore in Serie A. Nel 2008/2009 ha inizio la sua avventura da allenatore, con l’esordio nel Centobuchi – squadra marchigiana di Serie D; dopo due stagioni con la Santegidiese, intervallate da un anno sabbatico, poi la sfortunata avventura alla Nocerina. Quest’anno l’ottima partenza alla Juve Stabia, poi l’esonero con la squadra campana che nel girone di ritorno non è riuscita a replicare le ottime performance offerte nella prima parte di campionato.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto