SERIE A | Crotone, tre sberle al Verona: Ricci decisivo

VERONA Il Crotone torna in campo dopo la lunga sosta e lo fa contro il Verona, al ‘Bentegodi’, per il primo spareggio salvezza del 2018. Zenga non rinuncia al 4-3-3…

VERONA Il Crotone torna in campo dopo la lunga sosta e lo fa contro il Verona, al ‘Bentegodi’, per il primo spareggio salvezza del 2018. Zenga non rinuncia al 4-3-3 e manda in campo tutti i nuovi acquisti: Capuano, Benali e Ricci. Pecchia, allenatore del Verona, lancia dal primo minuto Matos e Petkovic. I rossoblù partono forte e dopo due minuti passano in vantaggio grazie a Barberis. Il numero dieci calcia una punizione perfetta dal limite dell’area con il pallone che si insacca sotto l’incrocio dei pali difesi da Nicolas. Per il centrocampista ‘calabrese’ si tratta della prima rete in Serie A. Partita in salita per i padroni di casa, mentre gliospiti galvanizzati dalla rete del vantaggio giocano senza timore. La palla scorre via veloce, Benali (schierato nei tre di centrocampo) si inserisce sempre bene e Ricci sulla destra mette in seria difficoltà Fares. L’esterno offensivo, scuola Roma, tornato a Crotone dopo sei mesi bui al Genoa è in forma e Zenga applaude le giocate del numero 11. Il Verona fatica a costruire gioco, il pressing del Crotone è asfissiante e Bruno Zuculini non riesce quasi mai a servire i compagni con precisione. Al 24esimo minuto, l’episodio che potrebbe cambiare il match. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Caracciolo salta più in alto di tutti e di testa colpisce il palo, la palla carambola sul braccio di Trotta che spazza via. L’arbitro Rocchi consulta il VAR che conferma l’involontarietà del tocco di Trotta e nega il rigore al Verona. I gialloblù prendono coraggio ed allo scadere del primo tempo sciupano un’occasione d’oro con Romulo, che solo in area di rigore avversaria calcia di sinistro e manda di poco a lato. Cordaz tira un sospiro di sollievo e l’arbitro manda tutti negli spogliatoi. Il primo tempo si chiude sull’1-0 in favore dei pitagorici.
Nella ripresa il Verona si presenta senza Hertaux e con Pazzini, fuori un difensore e dentro un attaccante. Un cambio decisamente offensivo, questa la scelta di Pecchia per rimontare lo svantaggio. Ma la mossa non sortisce l’effetto sperato, il Crotone al 55esimo munito raddoppia. Azione sulla destra di Ricci che con lo sguardo segue il taglio in area di Stoian e serve un pallone perfetto al rumeno che a tu per tu con Nicolas non sbaglia.
Gli ultras gialloblù non la prendono bene ed iniziano a fischiare Romulo e compagni. Pecchia è sconsolato, i suoi non riescono a reagire e l’allenatore si gioca la carta Verde. Ma dopo pochi minuti ci pensa Bruno Zuculini a rovinare i piani del tecnico veronese, un’entrataccia ai danni di Benali gli costa il cartellino rosso e per il Verona, in inferiorità numerica, l’impresa diventa impossibile. Al 66esimo, il Crotone chiude definitavamente il match. Contropiede degli ospiti condotto da Benali che si accentra e scarica per Ricci, l’esterno non ci pensa due volte e di prima calcia di sinistro mandando il pallone nell’angolino basso alla destra di Nicolas. Prestazione sublime del numero 11, che nel giorno del suo ‘secondo’ esordio con la maglia del Crotone torna a casa con un gol ed un assist. Ai calabresi, a venti minuti dal triplice fischio di Rocchi, non resta che gestire l’ampio vantaggio e la superiorità numerica, nulla di più semplice per i palleggiatori del centrocampo rossoblù: Mandragora, Barberis e Benali. La gara si chiude con il trionfo rossoblù in trasferta. Una vittoria pesantissima nella corsa salvezza contro un avversario apparso in evidente difficoltà. Poche idee e troppo nervosismo per i gialloblù di Pecchia che dopo questo brutto ko potrebbe anche rischiare l’esonero. Solo buone notizie per Walter Zenga, i nuovi arrivi sono stati subito decisivi. Capuano non ha faticato a trovare l’intesa con il compagno di difesa Ceccherini, Benali ha dato qualità al centrocampo calabrese e Ricci imprevidibilità e fantasia che mancavano ad un attacco, quello del Crotone, troppo fisico.

 

Fabio Benincasa
redazione@corrierecal.it





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto