“Periferie esistenziali”, l’importanza della prevenzione psicologica