Ultimo aggiornamento alle 18:24
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Coisp: «Centro accoglienza di Crotone, situazione esplosiva»

«Con i recenti incidenti avvenuti al centro di accoglienza di Crotone, ancora una volta il governo nazionale dimostra di agire sull`emergenza e non sulla programmazione di interventi che non reprim…

Pubblicato il: 07/08/2011 – 16:47
Coisp: «Centro accoglienza di Crotone, situazione esplosiva»

«Con i recenti incidenti avvenuti al centro di accoglienza di Crotone, ancora una volta il governo nazionale dimostra di agire sull`emergenza e non sulla programmazione di interventi che non reprimano ma prevengano situazioni la cui gestione esplosiva viene lasciata alle sole forze di polizia». La denuncia arriva dalla segreteria regionale calabrese dal sindacato indipendente di polizia (Coisp). «È ancora una volta il caso – si legge in una nota della rappresentanza sindacale – di portare all`attenzione dell`opinione pubblica la situazione dei centri di accoglienza calabresi, dove la situazione di costrizione senza nessuna via d`uscita e senza nessuna programmazione di interventi mirati, fa esplodere situazioni da cui gli operatori delle forze di Polizia non possono difendersi se non per risolvere l`immediato. La rivolta nel centro di Sant`Anna a Crotone dei giorni scorsi non un episodio isolato e trattarlo come tale sarebbe un grave errore di valutazione, equivale a trasformare i poliziotti in guardiani da circo che devono fronteggiare gli istinti degli animali chiusi in gabbia». Per la segreteria del Coisp «l`immigrazione è a tutti gli effetti una criticità» ma «sempre più critiche sono le condizioni in cui le Forze di Polizia operano tutti i giorni soprattutto a Crotone». Da qui l`invito che il sindacato di polizia rivolge soprattutto alla politica. «Se la situazione non troverà una soluzione immediata – scrive a questo proposito il Coisp – prima con il potenziamento di uomini e mezzi e poi con una programmazione a lungo termine sull`emergenza immigrazione, che veda coinvolti anche altri attori primari e non le sole forze di polizia, siamo pronti ad azioni eclatanti per difendere innanzitutto i nostri diritti di professionisti della sicurezza e di lavoratori in divisa al servizio dello Stato e dei cittadini».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x