Ultimo aggiornamento alle 19:31
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Scandalo rifiuti, il commissario “scarica” Enertech

Dopo l`inchiesta giudiziaria “Pecunia non olet” che ha portato al sequestro di beni per circa 90 milioni di euro, pare giunta al capolinea l`esperienza di Enertech, già Enerambiente, in Calabria. I…

Pubblicato il: 13/08/2011 – 17:52
Scandalo rifiuti, il commissario “scarica” Enertech

Dopo l`inchiesta giudiziaria “Pecunia non olet” che ha portato al sequestro di beni per circa 90 milioni di euro, pare giunta al capolinea l`esperienza di Enertech, già Enerambiente, in Calabria. Il commissario per l`emergenza ambientale, Graziano Melandri, ha inviato una missiva ai vertici del gruppo imprenditoriale veneto per comunicare l`avvio delle procedure di rescissione del contratto con cui era stata affidata la gestione dell`impianto e della discarica di Alli, a Catanzaro. Secondo quanto si è appreso, l`Ufficio del commissario potrebbe accelerare i tempi e decidere di intraprendere una procedura d`urgenza. Già mercoledì l`Enertech potrebbe, quindi, lasciare la struttura alle porte del capoluogo.
Una decisione che arriva al termine di una settimana di tensioni. La società, infatti, nei giorni scorsi aveva comunicato che le volumetrie della discarica erano ormai esaurite, paventando la concreta ipotesi di non poter più accogliere i rifiuti dei Comuni della provincia. Il commissario Melandri e alcuni sindaci avevano replicato diffidando la Enertech e minacciando un esposto alla Procura della Repubblica per interruzione di pubblico servizio. Si è comunque giunti a una mediazione: gli scarti di lavorazione dell`impianto di trattamento verranno trasferiti nella struttura di Pianopoli, ma i camion della nettezza urbana continueranno a portare ad Alli i loro rifiuti. Per evitare possibili intoppi al sistema, tutti gli impianti resteranno aperti anche domani.
Intanto da segnalare l`intervento del commissario anche sulla preoccupante situazione della provincia di Cosenza dopo il blocco della “Calabro Maceri”. L`ufficio ha, infatti, autorizzato l`impianto di Cassano ad accogliere i rifiuti provenienti da altri comuni del territorio.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x