Ultimo aggiornamento alle 8:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Mondello: «Festa religiosa ormai proprietà di gruppi mafiosi»

«Il vero problema delle feste religiose non è la festa religiosa in sé, ma l`aver tollerato che questa lentamente passasse dall`essere manifestazione della fede del popolo cristiano al diventare un…

Pubblicato il: 13/09/2011 – 12:48
Mondello: «Festa religiosa ormai proprietà di gruppi mafiosi»

«Il vero problema delle feste religiose non è la festa religiosa in sé, ma l`aver tollerato che questa lentamente passasse dall`essere manifestazione della fede del popolo cristiano al diventare una impresa, più o meno redditizia, affidata o accaparrata da gente lontana dalla Chiesa, che disconosce il significato stesso della festa cristiana e che intende gestire la manifestazione secondo capricci e finalità spesso innominabili».
Il monito è dell`arcivescovo di Reggio Calabria, Vittorio Mondello, nel messaggio alla città lanciato durante l`omelia in occasione della messa per la Madonna della Consolazione.
L`alto prelato non risparmia critiche nei confronti di «feste religiose che, sempre più
spesso, hanno tristemente smesso di essere feste del popolo cristiano; e sono di fatto diventate, nel loro svolgersi, proprietà di gruppi, alle volte mafiosi, che preferiscono, per i loro fini, presentare forme più o meno paganeggianti della stessa festa. È urgente e indifferibile che la comunità cristiana si riappropri delle feste religiose».
Sempre nel corso dell`omelia, al duomo l`arcivescovo Mondello di Reggio Calabria si è soffermato sulla necessità «di sperimentare un dialogo con la cultura dentro i luoghi dove
la “cultura in senso alto” si realizza: le università. Reggio, da tradizionale città di universitari e laureati fuori sede, è divenuta ormai “città universitaria” con la presenza articolata di numerosi atenei e facoltà e di istituti superiori anche cattolici. Occorre considerare l`università il luogo naturale di dialogo tra credenti e non credenti. Il luogo privilegiato in cui i credenti affinano gli strumenti per l`elaborazione e la trasformazione culturale alla luce del Vangelo data la rapidità delle odierne trasformazioni culturali, sociali, tecnologiche. L`urgenza di un`autentica elaborazione culturale da parte della comunità cristiana è oltremodo evidente».
«La nostra Chiesa – ha concluso l`arcivescovo – sicuramente sta già facendo molto, e non può essere altrimenti, per la trasmissione della fede, pur con luci ed ombre; ma sicuramente può fare molto di più, e ne ha le capacità, gli strumenti, soprattutto le persone. Bisognerà, perciò, tenere ferma la convinzione che Cristo ha inviato nel mondo la Chiesa proprio per continuare la sua missione».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x