Ultimo aggiornamento alle 13:20
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Bersani annulla il suo viaggio in Calabria

LAMEZIA TERME I troppi veleni che abitano all`interno del Pd calabrese hanno convinto Pier Luigi Bersani a rinunciare al suo viaggio in Calabria. L`arrivo del segretario nazionale dei democrat era …

Pubblicato il: 18/10/2011 – 16:27
Bersani annulla il suo viaggio in Calabria

LAMEZIA TERME I troppi veleni che abitano all`interno del Pd calabrese hanno convinto Pier Luigi Bersani a rinunciare al suo viaggio in Calabria. L`arrivo del segretario nazionale dei democrat era previsto per venerdì a Lamezia. Niente da fare, invece. Ufficialmente, la nota del partito calabrese, parla genericamente «di sopravvenuti impegni politici» per spiegare i motivi del dietrofront. In realtà, chi ha avuto modo di parlare in queste ore con Bersani racconta che il segretario non vuole infilarsi in nuove polemiche «visto il già difficile quadro nazionale» con un partito che stenta a trovare una linea unitaria. «Meglio evitare di aprire altri fronti» avrebbe confidato il leader del Pd ai suoi più stretti collaboratori. E in Calabria, infatti, il clima non è proprio dei migliori. Nei giorni scorsi un nutrito gruppo di parlamentari, consiglieri regionali e presidenti di Provincia, ha firmato un documento in cui si chiede lo stop della fase commissariale e la celebrazione del congresso regionale. «Il tutto – sostenevano gli estensori – nel più stretto raccordo con il partito nazionale e con il segretario nazionale che gode della nostra stima. Siamo convinti che il partito sia ormai nelle condizioni di ripartire e di riorganizzarsi nel territorio calabrese in tempi rapidi». Ma a far saltare il banco ci sarebbe stata la nomina della commissione di garanzia che dovrà vigilare sulla correttezza del tesseramento e dei congressi. Le nomine sono state rese note da Musi ma più di uno avrebbe mal digerito quei nominativi. «Che non tengono conto – confessa un dirigente autorevole del partito calabrese – delle varie correnti. L`area che fa riferimento a Franceschini, quella di Letta e quella di Veltroni non sono rappresentate. Siamo sicuri che questi signori garantiranno trasparenza nelle assise?». Nessuno perde d`occhio poi la questione relativa alla scelta dei candidati per il Parlamento. Il nodo da sciogliere riguarda la loro individuazione: sarà compito del commissario Adriano Musi o di un gruppo dirigente eletto durante un regolare congresso?
Ma c`è anche dell`altro. A far fare un passo indietro a Bersani sarebbe stato anche il mancato rispetto della decisione di considerare terminato il compito dei sub-commissari provinciali del Pd. Il segretario nazionale, del resto, aveva affidato al suo braccio destro Maurizio Migliavacca il mandato di dare concretezza alla scelta compiuta. Niente da fare perché, giusto per fare qualche esempio concreto, a Cosenza solo la settimana scorsa è stato costituito un “gruppo di lavoro” che avrà il compito di traghettare il partito ai congressi. Proprio quei congressi che avranno il compito di restituire il Pd calabrese ai calabresi e ad organi democraticamente eletti. «Perché il peggior segretario – dice Sandro Principe, capogruppo del Pd in consiglio regionale – è sempre meglio del più capace commissario».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x