Ultimo aggiornamento alle 13:49
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Hugo Race, da Nick Cave al live in Calabria

In principio fu la chitarra che accompagnava Nick Cave durante le scorribande selvagge dei Birthday Party, oggi un cantautore oscuro e intimista che accarezza le orecchie graffiandole con la sua vo…

Pubblicato il: 02/11/2011 – 16:42
Hugo Race, da Nick Cave al live in Calabria

In principio fu la chitarra che accompagnava Nick Cave durante le scorribande selvagge dei Birthday Party, oggi un cantautore oscuro e intimista che accarezza le orecchie graffiandole con la sua voce roca. Hugo Race arriva in Calabria e per gli amanti del rock è un giorno di festa. Grande attesa per l’appuntamento di venerdì prossimo al b-side music club di Rende (Cosenza), dove il talentuoso artista australiano si esibirà venerdì sera.
Hugo ha legato indissolubilmente il suo nome a quello di un nome di certo più noto alle cronache musicali: quello di Nick Cave, ma poi è stato capace di elaborare un suo percorso musicale che lo ha portato a girare il mondo seguendo le sue inclinazioni musicali.
L’esordio con le chitarre dei Birthday Party, poi la fondazione di Nick Cave and the Bad Seeds e il successo in tutto il mondo. Infine una carriera da solista o alla guida dei True Spirit. Nei suoi frequenti passaggi in Italia (ha anche vissuto in Sicilia) trova il tempo di produrre “Closet Meraviglia” di Cesare Basile ed “Experiments On The Duration Of Love” dei Micevice, di suonare in “Dentro Me” e scrivere “La Finestra di Casa Mia”, due brani dei La Crus. Nel suo carniere lunghi anni di sperimentazioni sonore e il ritorno al blues psichedelico con il progetto Dirt Music firmato insieme a Thurston Moore dei Sonic Youth.
Adesso arriva il suo album, “Fatalists”, registrato interamente in Italia insieme a Vicki Brown, Erik Van Loo, Diego Sapignoli e Antonio Gramentieri. Un disco cupo e raffinato che ha entusiasmato i suoi fan.
Ad aprire la serata Aldo D’Orrico, chitarrista dalla «forte passione per la chitarra e i suoni south, il folk singer e l’audacità di certo rock», nonché «anima e cuore di Miss Fraulein, Muleskinner Boys e Kyle. Presenta alcuni dei suoi brani e alcune rivisitazioni per una performance intima e ricca di pathos», come scrive Fabio Nirta nelle info dell’evento. Come di consueto, a chiudere le danze sarà il dj set dello stesso Nirta, infaticabile agitatore delle notti calabresi e organizzatore dell’evento.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x