Ultimo aggiornamento alle 22:35
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

A Cosenza l`opposizione preferisce… la fuga

A Cosenza l’opposizione (o meglio, una parte di essa) ama la fuga. E così succede che i rappresentanti del Pd abbandonino l’aula del consiglio comunale al momento del voto sulle linee programmatich…

Pubblicato il: 17/11/2011 – 18:14
A Cosenza l`opposizione preferisce… la fuga

A Cosenza l’opposizione (o meglio, una parte di essa) ama la fuga. E così succede che i rappresentanti del Pd abbandonino l’aula del consiglio comunale al momento del voto sulle linee programmatiche del sindaco Mario Occhiuto e della sua giunta. Un’assenza “strategica” che non è proprio piaciuta all’altra ala del centrosinistra (quella guidata da Enzo Paolini). Tanto da interpretare il gesto dei tre rappresentanti democrat come un voto d’astensione. Una decisione strana, insomma. Arrivata al termine di un dibattito dove il capogruppo del Pd, Salvatore Perugini, aveva rimarcato il suo dissenso alle enunciazioni fatte dal primo cittadino.
Il “caso Cosenza” è approdato in queste ore direttamente sulla scrivania di Pier Luigi Bersani. Merito (o colpa) di una lettera che il consigliere comunale Giuseppe Mazzuca (eletto in un movimento di civico vicino a Paolini ma con in tasca la tessera Pd) ha inviato direttamente al leader del suo partito. Nella missiva si chiede conto del comportamento assunto a Palazzo dei Bruzi da Perugini e dagli altri due rappresentanti (Luigi Formoso e Marco Ambrogio) eletti nella fila dei democrat.
Ora, in attesa di capire se il segretario nazionale adotterà provvedimenti, c’è una dichiarazione del segretario cittadino del Pli, Eugenio Barca, a dare la cifra del clima che si respira nel centrosinistra bruzio: «La principale forza politica della coalizione, a Cosenza, è un’appendice della maggioranza di centrodestra, ruolo che si è ritagliato già durante le ultime elezioni quando al turno di ballottaggio ha sottratto consensi a Paolini per dirottarli sul candidato Occhiuto». Per Barca i conti non tornano: «Fa specie ques’astensione avvenuta nel silenzio, soprattutto nel momento in cui tutti i membri della maggioranza hanno dichiarato che ritardi e limiti sul loro operato sono e saranno da attribuire a quanto di cattivo è stato lasciato in eredità dalla precedente amministrazione targata pd».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x