Ultimo aggiornamento alle 17:45
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Traversa si dimette da sindaco di Catanzaro

CATANZARO Michele Traversa non ha preso parte al voto di fiducia della Camera sulla manovra economica. Si trova a Catanzaro dove sta mettendo a punto il discorso con il quale ufficializzerà le sue …

Pubblicato il: 16/12/2011 – 19:25
Traversa si dimette da sindaco di Catanzaro

CATANZARO Michele Traversa non ha preso parte al voto di fiducia della Camera sulla manovra economica. Si trova a Catanzaro dove sta mettendo a punto il discorso con il quale ufficializzerà le sue dimissioni da sindaco del capoluogo. Getta la spugna il primo cittadino. E lo farà, con ogni probabilità, nel corso del consiglio comunale in programma per lunedì a Palazzo de Nobili. A nulla sono valsi i tentativi di farlo ritornare sui propri passi. Nemmeno il pressing operato dai vertici del Pdl (Angelino Alfano in primis) e dal governatore Peppe Scopelliti ha prodotto risultati concreti. «Ci sono troppe difficoltà – va ripetendo Traversa  in queste ore a chi gli chiede conto – economiche e non ce la faccio a reggere questa battaglia». La voragine trovata non è di poco conto e il rischio concreto è quello di andare incontro alla bancarotta. E per un sindaco che appena due giorni addietro ha dovuto chiudere due scuole, e si accinge a dover fare altrettanto per altre quindici a causa dell`inidoneità strutturale cui è impossibile porre rimedio per mancanza di risorse, la prospettive della débâcle non è solo teorica.
Ecco spiegato il motivo per cui Traversa resterà ben saldo alla sua postazione di deputato a Montecitorio, sciogliendo sin da subito il nodo legato al doppio incarico di sindaco-parlamentare e senza attendere il termine dei trenta giorni che la Giunta per le elezioni della Camera gli aveva concesso. Con i suoi più stretti collaboratori, Traversa avrebbe ammesso di «non essere riuscito a sanare i conti, perché la realtà era spaventosamente più grave del previsto. Non si può proprio. Ho fallito, non posso far altro che chiedere scusa agli elettori e lasciare. Certo mi rendo conto del danno che arreco al mio partito, e dunque metto nel conto anche la possibilità di ritirarmi dalla vita politica. Quando formalizzerò le dimissioni da sindaco lascerò anche il coordinamento provinciale del Pdl. Sì, lo so che era deciso da tempo e per motivi diversi, ma è giusto che sia così».
Intanto gli esponenti della sua maggioranza non demordono e stanno tentando in tutti i modi di bloccare una decisione che riporterebbe il capoluogo alle urne dopo meno di un anno dalle ultime consultazioni elettorali. Gli assessori e i consiglieri di centrodestra, sempre stasera, hanno incontrato il presidente della Regione e diffuso un documento in cui viene espressa «preoccupazione per il fatto che, gettando la spugna al Comune, l`alleanza Pdl-Udc subisca una pesante battuta d`arresto».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x