Ultimo aggiornamento alle 18:56
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Una class action contro la Sorical

CATANZARO Un nuovo fronte legale sta per aprirsi per Sorical. Legautonomie ha deciso, dopo aver esaminato le censure della Corte dei conti sulla gestione del sistema idrico in Calabria, di avviare …

Pubblicato il: 02/04/2012 – 11:57
Una class action contro la Sorical

CATANZARO Un nuovo fronte legale sta per aprirsi per Sorical. Legautonomie ha deciso, dopo aver esaminato le censure della Corte dei conti sulla gestione del sistema idrico in Calabria, di avviare una class action e coinvolgere i Comuni nel procedimento. «Di fronte alla mole di censure che la Corte dei conti ha meticolosamente illustrato – spiega il presidente Mario Maiolo – e che riguardano sia il “forzato” superamento delle prerogative degli enti locali connessi alla gestione del servizio idrico, sia la determinazione delle somme da corrispondere alla Sorical, riteniamo non sia più possibile rimanere inattivi». D`altra parte, «i dubbi e le perplessità di Legautonomie Calabria in ordine alla nascita, alla composizione e all`operatività della società mista calabrese per la gestione del sistema idrico risalgono al 1995, ben prima della costituzione della stessa società. Più recentemente, nel marzo 2011 – ha aggiunto – ci siamo fatti promotori di un puntuale rapporto dal titolo “Il buco nell`acqua (e altro)” da cui emerge inconfutabilmente che l`attuale assetto del sistema idrico integrato in Calabria produce un grave e strutturale deficit economico per gli enti locali e che l`efficienza della rete non ha subito miglioramenti di sorta dalla data di nascita della società e che addirittura risulta inferiore alla media italiana. Oggi, i problemi da tempo da noi sollevati, hanno trovato una puntuale e autorevole conferma nella delibera della Corte dei conti con la quale è stata approvata la relazione definitiva concernente “La gestione delle risorse idriche e dei relativi impianti in Calabria anche con riferimento alla costituzione ed alle attività delle società miste”». Il compito di istruire la class action è stato affidato all`avvocato Pino Pitaro, legale che ha inviato una diffida alla società mista, condizione che costituisce il presupposto per l`eventuale, futura class action.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb