Ultimo aggiornamento alle 19:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Nicolò (Pdl): «La politica sostenga i soggetti con dislessia»

«Vedere dal lato politico un problema medico non è sempre facile». Lo afferma in unanota il vice presidente del consiglio regionale, Alessandro Nicolò, in occasione del convegno sulla dislessia e d…

Pubblicato il: 19/05/2012 – 11:49
Nicolò (Pdl): «La politica sostenga i soggetti con dislessia»

«Vedere dal lato politico un problema medico non è sempre facile». Lo afferma in una
nota il vice presidente del consiglio regionale, Alessandro Nicolò, in occasione del convegno sulla dislessia e disturbi specifici dell`apprendimento.
«La priorità della politica – aggiunge – è di difendere il cittadino, soprattutto quando si tratta di un bambino che non sa cosa gli sta capitando, si sente diverso dai suoi compagni, crede talvolta di essere meno intelligente di loro e quindi si isola o peggio diviene ipereccitabile facendosi considerare, nella classe, dai compagni e dai professori, un elemento di disturbo. La scuola non è sempre attrezzata per affrontare questi bambini e le loro difficoltà che spesso non riconosce, lasciando che progressivamente si aggravino, o che, se le riconosce, talvolta crea emarginati  obbligandoli all`insegnante di sostegno o peggio ancora alle classi differenziate».
«I bimbi dislessici – prosegue Nicolò – non sono meno intelligenti dei loro coetanei, molti spesso hanno capacità e qualità particolari e i loro disturbi dell`apprendimento, assieme all`ipereccitazione che spesso manifestano, sono solo un effetto secondario della dislessia. Credo sia compito anche della politica mettere la famiglia e, soprattutto la scuola, nelle condizioni di riconoscere subito un bambino dislessico fornendo personale e strutture specializzati, facendo in modo che, una volta individuato il problema, non manchino le risorse economiche, neuropsichiatriche e riabilitative necessarie ai trattamenti spesso lunghi e problematici che la dislessia richiede e, soprattutto favorendo l`inserimento nella società e nel mondo del lavoro dei soggetti dislessici, che, anche se ben curati, conservano sempre una condizione di disagio».
«La politica dunque – conclude – si deve assumere le proprie responsabilità che sono l`informazione, alle famiglie e alle scuole, la distribuzione di risorse affinché il problema possa essere affrontato alla radice e la promulgazione di leggi per mettere in condizione queste persone di non rimanere emarginate nel mondo lavorativo e culturale».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb