Ultimo aggiornamento alle 12:12
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Il futuro della Telemedicina è calabrese

ROMA Si chiama Smart health, ed è l`iniziativa promossa  da tre giovani calabresi, Clara Nino, Antonino Morabito e Vincenzo Muraca e partecipata da stakeholder calabresi del settore sanitario e del…

Pubblicato il: 07/06/2012 – 15:35
Il futuro della Telemedicina è calabrese

ROMA Si chiama Smart health, ed è l`iniziativa promossa  da tre giovani calabresi, Clara Nino, Antonino Morabito e Vincenzo Muraca e partecipata da stakeholder calabresi del settore sanitario e del privato sociale. La compagine si prefigge quale obiettivo ambizioso lo sviluppo di un innovativo sistema nel settore dell`assistenza sanitaria utilizzando moderne tecnologie ed il Web, con un solo obiettivo e tanti vantaggi: portare a casa di ammalati e soggetti fragili le strutture ed i servizi sanitari grazie all`utilizzo di Internet, per garantire una migliore qualità della vita e dell’abitare. Una nuova idea premiata ieri dal ministero dell`Istruzione, insieme ad altre tutte riferibili alle regioni dell`Obiettivo convergenza. Insieme a Smart health ci sono anche piattaforme web e touch-screen per avvicinare i cittadini ai beni storico-artistici in Campania (rione Sanità), un social network per la mobilità sostenibile a Palermo che prende come unità di misura la produzione di anidride carbonica, il riutilizzo degli scarti dell`agricoltura per migliorare l`efficienza energetica delle città: sono alcune delle idee vincitrici del bando Social Innovation premiate oggi dal ministro Francesco Profumo. In tutto sono 58 i progetti selezionati, per un finanziamento totale di 40 milioni di euro, proposti da giovani under30 provenienti da Calabria, Campania, Sicilia e Puglia (le quattro regioni della Convergenza). La cerimonia di consegna dei vistosi assegni di finanziamento (riprodotti in dimensione maxi per le foto di rito) si è svolta oggi al ministero dell`Istruzione dove è stato firmato anche un Protocollo di intesa tra il ministro e Massimo Sarmi, l`ad di Poste Italiane che offre il proprio supporto al dicastero di viale Trastevere fornendo i servizi finanziari per la gestione dei fondi diretti ai progetti selezionati nel quadro del programma Smart Cities- Social Innovation.
«Viene valutato il progetto e immediatamente finanziato», ha spiegato Sarmi, aggiungendo che «il tempo è una variabile fondamentale» in questo campo. Dello stesso parere il ministro Profumo per il quale «le esperienze presentate oggi, assieme alle Smart Cities, sono l`esempio di come, volendo, si possono stringere i tempi». «E ogni euro investito in tecnologia è un euro in più per il sociale», ha fatto notare il ministro, auspicando che si arrivi a un Progetto Paese e che si capisca che occorre investire sulla «ricerca di domani».
I progetti premiati stamani sono il già citato Smart Health (relatore una laureata in ingegneria gestionale di Crotone, Clara Nino): 724.000 euro per sviluppare una nuova tecnologia nell`ambito della telemedicina e l`erogazione di servizi assistenziali di tipo sanitario al di fuori dei contesti ospedalieri con l`obiettivo di un migliore impiego delle risorse a disposizione; Sanità App (proposto da un laureando in linguistica interculturale, Luigi Augusto Malcangi, di Barra): 653.000 euro per valorizzare, attraverso piattaforme web, superfici tattili interattive e app per iphone (“Si potrebbero adottare nelle scuole” ha suggerito Profumo) le risorse storico-artistiche del Rione Sanità; Traffico CO2 (relatore Salvatore Di Dio, ingegnere 29 enne di Palermo): 1.567.000 euro per far diventare “smart” i cittadini consentendo a ciascuno di rendersi protagonista di una mobilità sostenibile adottando come unità di misura i volumi di CO2 e tenendo traccia dei propri consumi; P@glia efficiente (proposto da Michele Raguso, 26 anni, di Gravina in Puglia): 499.000 euro per riutilizzare gli scarti dell`agricoltura destinandoli a una sistema di coibentazione che consente notevoli risparmi energetici.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x