Ultimo aggiornamento alle 20:42
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

«Patto di stabilità "verticale" benefico per le imprese»

CATANZARO «La recente deliberazione della giunta sulla regionalizzazione “verticale” del Patto di stabilità è un forte e positivo passo in avanti per lo sblocco di numerosi pagamenti da parte degli…

Pubblicato il: 11/09/2012 – 17:06
«Patto di stabilità "verticale" benefico per le imprese»

CATANZARO «La recente deliberazione della giunta sulla regionalizzazione “verticale” del Patto di stabilità è un forte e positivo passo in avanti per lo sblocco di numerosi pagamenti da parte degli enti locali interessati». Sono soddisfatti il presidente degli industriali calabresi, Giuseppe Speziali, e il presidente di Ance Calabria, Francesco Cava, dei contenuti del provvedimento adottato dal governo regionale, perché, ha affermato, da ossigeno alle casse dei Comuni con risorse per oltre 41 milioni di euro. «Già nel 2011 – ha evidenziato Speziali – la regionalizzazione si è dimostrata, per le  Regioni che l`hanno adottata , uno strumento molto utile per limitare gli effetti negativi del Patto di stabilità e ora che anche la Calabria ha reso operativa tale opportunità i benefici effetti si faranno sentire sin da subito. È un altro importante tassello – ha proseguito – che, senza dubbio, avrà ritorni estremamente positivi sul sistema delle imprese calabresi, i cui pagamenti da parte della pubblica amministrazione  soffrono di endemici ritardi e dei vincoli di spesa nazionali. Avevamo chiesto, insieme all`Ance regionale, nel recente incontro con il presidente Scopelliti la necessità di accelerare una tale misura e la positiva risposta non è tardata a venire».  «È un provvedimento importantissimo – ha ribadito anche il presidente di Ance Calabria, Francesco Cava  – in quanto consentirà di superare i limiti di spesa imposti dalle rigide regole del Patto di stabilità e produrrà lo sblocco dei pagamenti alle imprese , soprattutto nel campo del lavori pubblici. È proprio in un contesto di crisi come quello attuale – ha proseguito Cava –  che appare indispensabile perseguire soluzioni efficaci per assicurare che gli enti locali trovino spazio, nei loro bilanci, per gli investimenti necessari a garantire la qualità della vita dei cittadini e lo sviluppo del territorio. E su questo punto bisogna dare atto all`assessore al Bilancio, Giacomo Mancini, di aver tempestivamente trovato le giuste soluzioni ai problemi che erano stati da noi indicati. Ora, Ance e Confindustria Calabria, si aspettano che trovi conclusione anche la regionalizzazione del patto di stabilità “orizzontale” già da tempo licenziato dal governo regionale, e sul quale è utile che l`Anci, l`Upi ed il consiglio delle Autonomie locali concludino gli accordi operativi con la Regione, in considerazione della scadenza prevista per il prossimo 31  ottobre. La definizione di tali accordi sarebbe, infatti, capace di sbloccare ulteriori 50 milioni di euro a favore degli enti locali, e avendo presente che nel 2012 gli enti locali soggetti alle regole del Patto di stabilità costituiscono il 18% del totale mentre dal  2013 costituiranno il 78%, si può ben comprendere l`importanza e l`efficacia delle misure adottate».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x