Ultimo aggiornamento alle 18:16
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Arrestato Scipione, il "Papi" della cocaina

Il secondo latitante in meno di una settimana. Dopo Domenico Trimboli a finire nella rete della Direzione distrettuale antimafia è Santo Giuseppe Scipione, conosciuto con il soprannome di “Papi”. O…

Pubblicato il: 29/04/2013 – 10:22
Arrestato Scipione, il "Papi" della cocaina

Il secondo latitante in meno di una settimana. Dopo Domenico Trimboli a finire nella rete della Direzione distrettuale antimafia è Santo Giuseppe Scipione, conosciuto con il soprannome di “Papi”. Originario di San Luca, il latitante, di 80 anni, è stato catturato dai Carabinieri e dalla Policia Nacional Grupo Siu di Bogotà.
Coinvolto nell`operazione “Decollo”, Santo Scipione era alla macchia dal 2006. In quell`anno il suo nome era comparso nella relazione della commissione parlamentare antimafia che affrontando il tema del traffico di cocaina gestito dalle cosche calabresi aveva sottolineato come «la componente jonico-reggina, pur facendo parte del cartello italiano importatore oggetto dell’indagine, ha intrattenuto propri rapporti con alcuni fornitori colombiani».
«In tale contesto, – è scritto sempre nella relazione – assume particolare importanza l’attività ed i ruoli ricoperti da Santo Scipione alias Papi e da Sebastiano Signati. Veniva documentato come detta componente jonico-reggina della più complessa organizzazione, verso la metà del 2001, aveva concluso l’importazione di un’ingente partita di cocaina non inferiore a 1.000 chili; tale transazione, a seguito di contrasti tra le parti, aveva provocato il rapimento in territorio colombiano di un intermediario tra le parti, identificato in Jairo Gabriel Espinosa Hernandez. Nella circostanza, Santo Scipione nel corso di alcuni dialoghi intercorsi con Natale Scali richiedeva con insistenza un intervento di quest’ultimo, al fine di chiarire la vicenda, esprimendo nel contempo forte preoccupazione per la sua incolumità personale».
Ritornando all`arresto di Scipione, è stato possibile grazie anche al costante supporto assicurato dal Servizio di cooperazione internazionale di polizia e dalla Direzione centrale per i servizi antidroga ai carabinieri del Comando provinciale che hanno localizzato il latitante e tratto in arresto.
I dettagli dell`operazione saranno spiegati stamattina nel corso di una conferenza stampa.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x