Ultimo aggiornamento alle 11:11
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

“Federiciano”, a dicembre c`è Jodorowsky

ROCCA IMPERIALE Un anno dopo Lawrence Ferlinghetti, un altro mito assoluto della letteratura mondiale si prepara a “planare” su Rocca Imperiale: gli organizzatori del concorso di poesia “Il Federic…

Pubblicato il: 27/08/2013 – 16:29
“Federiciano”, a dicembre c`è Jodorowsky

ROCCA IMPERIALE Un anno dopo Lawrence Ferlinghetti, un altro mito assoluto della letteratura mondiale si prepara a “planare” su Rocca Imperiale: gli organizzatori del concorso di poesia “Il Federiciano”, infatti, hanno appena avuto l`adesione, con relativa autorizzazione, del grandissimo Alejandro Jodorowsky al progetto “Il Paese della Poesia”. A dicembre, durante il festival Il Federiciano, sarà svelata una sua stele poetica, e l`autore cult franco-cileno padre della «psicomagia» parlerà in videoconferenza proprio come nell`estate 2012 il padre della Beat generation fece via skype da San Francisco travestito da Statua della Libertà, commuovendosi e commuovendo i tanti ospiti del castello federiciano posto sulla sommità del paesino affacciato sull`Alto Jonio cosentino.
Su iniziativa dell`editore Giuseppe Aletti – attivo da anni a Guidonia (Lazio) ma originario proprio di Rocca –, l`evento coinvolge artisti e autori di chiara fama nazionale e internazionale, riqualificando il territorio e generando un originale recupero di un centro storico altrimenti destinato all’abbandono. Di fatto, quello del Federiciano è un felice esperimento di “utilizzo” della poesia come «arredo urbano»: le stele poetiche disseminate per il paese, i 6500 iscritti in 4 anni (numeri da capogiro: basti pensare che il premio “Parole nel vento”, promosso dalla Provincia di Catanzaro e sostenuto dalla Regione Calabria, arriva a 300 iscritti in 3 edizioni) e le migliaia di presenze da tutta Italia a dicembre in un posto di mare sono la cartolina di una Calabria ?inedita.
«Cinque anni di successi di pubblico e di critica, per festeggiare il primo lustro de “Il Federiciano” e de Il “Paese della Poesia” – commenta Aletti –. Ci aspettiamo di superare le iscrizioni del 2010 (2800), che ci porteranno a essere ancora una volta il più importante concorso per poesie inedite in Italia, l’unico concorso che dà l’eternità, che accomuna gli autori che provengono dagli inediti con i vati della letteratura mondiale». Aletti, assieme al direttore editoriale Valentina Meola e a tutto lo staff della casa editrice, è riuscito in pochi anni a creare un evento unico non solo nell’Alto Jonio cosentino, riunendo in un periodo non certo turistico come dicembre centinaia di poeti provenienti da ogni parte d’Italia. Il centro storico di Rocca Imperiale è oggi decorato da ben 20 stele di ceramica maiolicata dove si possono leggere i versi di autori celebrati e poesie di autori sconosciuti al grande pubblico che hanno vinto le varie edizioni del “Federiciano”. «La poesia non conosce barriere e regala l’eternità di cui Rocca Imperiale è custode», commenta l`editore.
Un piccolo capolavoro di marketing territoriale e di destagionalizzazione del turismo realizzato grazie alla piena collaborazione dell’amministrazione comunale ma che lascia dormire sonni profondi e inspiegabili ad altri enti sovracomunali che continuano a investire troppo su eventi passeggeri che non offrono nessun ritorno al territorio.
Intanto, la macchina organizzativa messa in piedi dalla Aletti editore rilancia, approdando sul web dove la pagina ufficiale facebook della manifestazione ha raggiunto in pochi mesi migliaia di adesioni da tutto il mondo. Dalla Basilicata alla Thailandia; dalla Calabria all’Indonesia, la poesia non conosce confini e grazie alla rete diventa sempre più partecipata. Picchi di visite virtuali anche da tante località calabresi (da Corigliano a Scalea; da Reggio Calabria a Catanzaro a Rende) a testimonianza di come la manifestazione sia apprezzata anche a “casa nostra”. Per la scelta della prossima stele da dedicare a un premio Nobel della letteratura, sulla pagina facebook “Il Paese della Poesia” è partito un sondaggio già molto “cliccato” che vede Quasimodo, Pirandello, Ungaretti, Montale, Fo e la Deledda contendersi l’eternità ai piedi del castello federiciano di Rocca Imperiale. (0070)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x