Ultimo aggiornamento alle 21:32
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Guccione: «La sanità calabrese deve essere sottratta alle vendette del centrodestra»

REGGIO CALABRIA «La sanità calabrese deve essere sottratta alle scorribande e alle vendette che si consumano tra le correnti del centrodestra calabrese». Lo afferma, in una dichiaraz…

Pubblicato il: 27/06/2014 – 14:39

REGGIO CALABRIA «La sanità calabrese deve essere sottratta alle scorribande e alle vendette che si consumano tra le correnti del centrodestra calabrese». Lo afferma, in una dichiarazione, il consigliere regionale Carlo Guccione, del Pd. «In una situazione in cui non viene rispettata più alcuna regola e i principi di correttezza e buona amministrazione sono continuamente sacrificati a logiche di potere – aggiunge Guccione – succede addirittura che il non più presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti, come risulta dall’elenco dei decreti pubblicato sul sito della Regione Calabria, continua a firmare, in qualità di commissario per attuazione del piano rientro, diversi Dpgr (Decreto presidente giunta regionale) tra cui il n. 60 del 26 giugno 2014 che alla seconda pagina dice testualmente: “Regione Calabria, il presidente della giunta regionale nella qualità di commissario ad acta per attuazione del Piano di rientro dal disavanzo sanitario…” facendo finta di ignorare che le sue dimissioni e successivamente la sospensione comminatagli per effetto della Legge Severino, gli impediscono di poter esercitare questo ruolo e di continuare a firmare decreti in qualità di governatore». «Mentre la sanità calabrese vive uno stato emergenziale perché non riesce a garantire i Livelli essenziali di assistenza – dice ancora il consigliere del Pd – il centrodestra è impegnato ad utilizzare la sanità come terreno per una battaglia politica interna finalizzata al mantenimento e al controllo della leadership tra le varie componenti dello schieramento che fino ad ora ha governato la Calabria. Il governo nazionale non può assistere inerme a questa battaglia per il potere combattuta sul diritto costituzionale alla salute dei calabresi. Deve essere nominato subito il nuovo commissario per l’attuazione del Piano di rientro e vanno con lui affrontate le questioni che riguardano l’immediato sblocco del turnover per medici, paramedici e infermieri ai fini della garanzia dei livelli essenziali di assistenza e del ripristino di condizioni minime di legalità e trasparenza». (0050)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x