Ultimo aggiornamento alle 20:48
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

INCHINO A CASA DEL BOSS | Padre Ladiana: spero che il vescovo prenda dei provvedimenti

REGGIO CALABRIA “Non voglio entrare nel merito ma mi auguro, spero e credo che il vescovo di Oppido intervenga, si pronunci sulla questione e prenda anche dei provvedimenti”. E’ netto padre Giovann…

Pubblicato il: 06/07/2014 – 13:03
INCHINO A CASA DEL BOSS | Padre Ladiana: spero che il vescovo prenda dei provvedimenti

REGGIO CALABRIA “Non voglio entrare nel merito ma mi auguro, spero e credo che il vescovo di Oppido intervenga, si pronunci sulla questione e prenda anche dei provvedimenti”. E’ netto padre Giovanni Ladiana, sacerdote noto per il suo impegno civile e sociale, anima di “Reggio non tace”, il movimento di cittadini nato spontaneamente dopo le bombe che il 3 gennaio 2010 hanno colpito la Procura generale della città dello Stretto. Pur preferendo non interferire con la gestione di una parrocchia che non è la sua, padre Ladiana non ha voluto far passare inosservato quanto successo ieri ad Oppido Mamertina, dove la processione della Madonna delle Grazie della frazione Tresilico si è fermata davanti all’abitazione del boss ottantaduenne Peppe Mazzagatti, ergastolano per associazione a delinquere e omicidio, ma ai domiciliari per motivi di salute. Un episodio che si pone in netta controtendenza con la scomunica per i mafiosi lanciata da Papa Francesco durante la sua visita in Calabria e che padre Ladiana ha voluto ricordare anche nella sua omelia di oggi, auspicando una presa di posizione da parte del vescovo.
Di recente, anche l’arcivescovo di Reggio Calabria-Bova, monsignor Giuseppe Fiorini Morosini, ha dato delle chiare direttive in vista della processione della Madonna di Polsi, divenuto nel tempo tradizionale appuntamento – hanno svelato numerose inchieste – non solo per fedeli di ogni parte della provincia reggina e della regione, ma anche per i clan di ‘ndrangheta. Proprio per evitare qualsiasi margine di ambiguità, Morosini ha nelle scorse settimane ordinato che nessuna sosta venga fatta durante le processioni, se non quelle necessarie per far riposare i portatori, che dovranno essere concordate in precedenza con l’autorità sacerdotale. (0050)

 

Alessia Candito

a.candito@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x