Ultimo aggiornamento alle 20:26
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

Non solo Mogol, al «Federiciano» arriva il figlio di Quasimodo

ROCCA IMPERIALE Sono giorni di trepidante attesa per il Festival «Il Federiciano», organizzato dalla Aletti Editore con il patrocinio del Comune di Rocca Imperiale. L’importante rassegna poetica da…

Pubblicato il: 23/07/2014 – 9:34
Non solo Mogol, al «Federiciano» arriva il figlio di Quasimodo

ROCCA IMPERIALE Sono giorni di trepidante attesa per il Festival «Il Federiciano», organizzato dalla Aletti Editore con il patrocinio del Comune di Rocca Imperiale. L’importante rassegna poetica da quest’anno si svolge per la prima volta in estate, con una durata di ben nove giorni, dal 23 al 31 agosto 2014, e una programmazione fitta di eventi. Rocca Imperiale si conferma così come dimora privilegiata della poesia, pronta a raccogliere, tra i suoi vicoli, nelle sue strade e nei suoi luoghi, poeti e aspiranti tali, amanti del verso, che giungeranno sul posto per confrontarsi durante questo festival di caratura internazionale. I visitatori potranno godere delle bellezze del borgo medioevale, dove sono dislocate già ventisette stele poetiche delle passate edizioni, dell’imponente Castello Svevo (costruito da Federico II, fondatore della prima Scuola poetica in Italia, la «Scuola Siciliana», a cui è dedicato il concorso), del museo delle cere, delle chiese numerose chiese del ‘600, ma anche del mare, con i suoi otto chilometri di costa che propongono diverse tipicità di spiaggia, dallo Scoglio, alla ghiaia, alla sabbia. Fervono i preparativi per accogliere al meglio tutti i partecipanti, essendo stata stimata una grande affluenza con numerose presenze da tutta Italia e anche dall’estero. Pronto anche il programma ufficiale dei nove giorni, con un’intensificazione delle attività e degli eventi. Ci saranno le giornate dedicate alla premiazione del Concorso «Il Federiciano», con la lettura delle poesie selezionate e il suggestivo corteo che si snoderà per le vie del borgo medievale alla scoperta dei due testi vincitori affissi sui muri delle case. Insieme alle due poesie scelte tra i partecipanti al concorso, ci saranno stele poetiche con i testi di importanti esponenti del mondo della cultura: quest’anno il riconoscimento va a Mogol per il suo testo “Emozioni”, unanimemente considerato il più poetico dell’intera produzione musicale italiana. Il poeta per eccellenza della canzone italiana sarà presente a Rocca Imperiale il 28 agosto e, nella splendida cornice del Castello Svevo, parlerà della sua esperienza artistica e letteraria, del suo sodalizio con Battisti, ripercorrendo le tappe salienti della sua brillante carriera. A Mogol è associata inoltre una nuova sezione del Concorso «Il Federiciano», intitolata «Cet Scuola Autori di Mogol», che assegnerà una borsa di studio del valore di 3.500 € e consentirà al vincitore di formarsi nella più importante scuola per autori (èpossibile iscriversi fino al 4 agosto 2014: per informazioni si può scrivere a info@alettieditore.it). Sarà lo stesso Mogol, in qualità di presidente di giuria, a decretare il vincitore, dopo aver ascoltato i 10 finalisti. L’altra poesia immortalata sulla stele di ceramica maiolicata è quella del poeta Salvatore Quasimodo, e sarà il figlio Alessandro in persona a presentarla al pubblico. «La partecipazione di Alessandro Quasimodo – spiega Giuseppe Aletti, editore che è la mente (e le braccia) di un evento unico nel Meridione e ormai di caratura nazionale – è una novità delle ultime ore, che mette in evidenza la dinamicità di questo festival, a cui si aggiungono sempre nuove iniziative a quelle già stabilite dal programma. Alessandro Quasimodo, attore, regista e autore, presente nelle giornate del 25 e del 26 agosto, ci introdurrà alla conoscenza del grande poeta Premio Nobel e interagirà con specifici progetti all’interno del Festival poetico, ricco di numerose iniziative aperte a tutti»: si va dalle «Estemporanee di poesia» alla lettura di poesia sulla spiaggia di notte «I poeti, la poesia e il falò»; dalla 1ª edizione de «Il paese della poesia in festa» (riservata anche ai musicisti e artisti in genere) al Poetry slam… E altro ancora. Per partecipare alle manifestazioni, occorre prenotarsi telefonando al cellulare 338 8456178 o scrivendo una email all’indirizzo info@alettieditore.it Il programma completo è consultabile sul sito internet della rivista Orizzonti, al seguente link www.rivistaorizzonti.net/federicianoprogramma.html: ai poeti di tutta Italia non resta quindi che mettersi in viaggio per Rocca Imperiale, dove saranno accolti con calore da questo magico posto pregno di poesia. È di pochi giorni fa la conclusione del giro intrapreso dal ciclo-turista Domenico Boi, che per oltre un mese ha visitato i posti più belli della provincia di Cosenza e ha deciso di fare tappa finale nel Paese della Poesia, dove ritornerà proprio nei giorni del festival per raccontare il suo originale viaggio in bici: «#Secicredipedala Da Cleto al Paese della Poesia». Lo stesso Domenico Boi sarà ospite del Festival dove ci parlerà e ci fare vedere le bellezze del territorio emerse dal suo viaggio. (0070)

 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x