Ultimo aggiornamento alle 19:18
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Il malore di Berlusconi fa saltare i piani dei forzisti

LAMEZIA TERME Non bastassero gli altri “problemi” della coalizione, adesso ci si mette pure un’indisposizione fisica di Silvio Berlusconi. I big calabresi di Forza Italia avrebbero dovuto partecipa…

Pubblicato il: 30/07/2014 – 9:34
Il malore di Berlusconi fa saltare i piani dei forzisti

LAMEZIA TERME Non bastassero gli altri “problemi” della coalizione, adesso ci si mette pure un’indisposizione fisica di Silvio Berlusconi. I big calabresi di Forza Italia avrebbero dovuto partecipare stasera a una «cena conviviale» con l’ex premier, durante la quale si sarebbero affrontate le questioni politiche più urgenti, a partire dalle elezioni regionali del prossimo novembre per finire con quelle amministrative a Reggio. Ma il leggero malore che ha colpito Berlusconi (che ha fatto saltare anche l’incontro in programma con Renzi sul tema delle riforme) tiene gli azzurri calabresi ancora in stand by. L’appuntamento col Cavaliere, rinviato sine die, avrebbe dovuto diradare le ombre circa il candidato governatore di Fi, un nome che sarebbe stato poi sottoposto agli alleati di Ncd e Udc. Invece tutto resta sospeso, in attesa di un endorsement – o, quanto meno, di un pronunciamento – di Berlusconi, dal quale tutti i maggiorenti azzurri si aspettano una presa di posizione utile a fare sintesi su un nome tra i tre circolati finora: Wanda Ferro, Peppe Raffa e Giacomo Mancini jr. L’idea è di trovare un accordo di partito da sottoporre al giudizio delle altre forze della coalizione. Nei fatti, tramonta definitivamente l’ipotesi di primarie per la scelta del candidato governatore del centrodestra, come avevano auspicato sia l’Ncd, sia Fratelli d’Italia, anche perché il tempo a disposizione prima delle elezioni d’autunno è davvero poco. Né esistono ancora intese ferree sul modus operandi dei due principali partiti. È ancora sul piatto la “spartizione” paventata nei giorni scorsi, con Fi che esprimerebbe il pretendente a Palazzo Alemanni e l’Ncd in pole per la scelta del candidato sindaco di Reggio. Ma anche questa possibile linea programmatica incontra qualche resistenza soprattutto tra i forzisti reggini, che aspirano a dire la loro sul prossimo sfidante di Giuseppe Falcomatà alla guida di Palazzo San Giorgio. È, insomma, ancora tutto in divenire, con la coordinatrice di Fi, Jole Santelli, che continua a lavorare di cesello per arrivare a una tregua in casa Ncd, dove i contrasti tra l’ex governatore Peppe Scopelliti e i fratelli Gentile sembrano tutt’altro che sanati. «Jole è il nostro coach e sta facendo un ottimo lavoro – dice uno dei principali esponenti azzurri a Reggio –, ma a livello locale abbiamo la maturità per fare le nostre scelte, sempre in accordo con la coordinatrice». I berluscones dello Stretto vogliono cioè far valere il loro peso nelle trattative per il Comune.
Intanto, anche senza l’apporto di Berlusconi, i forzisti proseguono sulla strada del dialogo interno. È in programma per oggi nella sede della Provincia di Reggio una conferenza dedicata alla cultura al quale parteciperanno Edoardo Sylos Labini, responsabile nazionale del dipartimento Cultura di Fi, Wanda Ferro, Peppe Raffa, Nino Foti, Roy Biasi e Nino Spirlì, più alcuni tra i presidenti dei club della regione. Un’occasione buona per fare il punto della situazione, immaginare il prossimo futuro e arrivare pronti all’appuntamento con un Berlusconi finalmente in forma.

 

Pietro Bellantoni

p.bellantoni@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x