Ultimo aggiornamento alle 14:03
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Riace, al via i Campi della legalità

RIACE È giunto anche quest’anno l’appuntamento con i Campi della Legalità, l’iniziativa promossa da Cgil, Spi Cgil e Flai Cgil del Comprensorio Reggio Calabria-Locri, Arci-Comitato territoriale Reg…

Pubblicato il: 30/07/2014 – 10:31
Riace, al via i Campi della legalità

RIACE È giunto anche quest’anno l’appuntamento con i Campi della Legalità, l’iniziativa promossa da Cgil, Spi Cgil e Flai Cgil del Comprensorio Reggio Calabria-Locri, Arci-Comitato territoriale Reggio e Libera.
I Campi sono iniziati con l’arrivo a Riace di un gruppo di 17 ragazzi provenienti da Avellino e da Bologna e cinque pensionati dello Spi Cgil Reggio Emilia che sono stati accolti all’aeroporto dagli organizzatori del primo campo del 2014; campo che si svolgerà sino al 2 agosto nell’ambito, è scritto in una nota, di «un percorso virtuoso all’insegna della legalità e della compartecipazione dei giovani attraverso quest’esperienza unica e particolare: una settimana di sperimentazione attraverso l’arte, la cultura, la tradizione, il confronto e il rapporto con un territorio difficile come, appunto, è la Calabria. Ma anche l’approfondimento di temi quali l’integrazione, la legalità, la lotta alla criminalità organizzata e alla ‘ndrangheta».
Una settimana ricca di appuntamenti e di esperienze: dalla visita ai laboratori di Riace alla scoperta delle bellezze del territorio (a Roccella Jonica con la Festa del Popoli e a Monasterace con guida archeologica presso gli scavi del Paese); dalle attività al Borgo del Paese dell’Accoglienza all’incontro con i volontari di Emergency a Polistena.
E poi, tavole rotonde, incontri, proiezioni di video, musica. Sette giorni intensi durante i quali i ragazzi non solo conosceranno a tutto tondo il territorio, ma ne apprezzeranno le bellezze seguendo un unico filo conduttore: la legalità in ogni sua forma.
Chi sceglie di partecipare a questo tipo di «vacanza», affermano gli organizzatori, «lo fa perché spinto dalla curiosità; perché ama confrontarsi con nuove realtà e conoscere un tema complesso, quello della ‘ndrangheta; perché convinto che solo attraverso il contatto con il luogo, con la Calabria, è possibile capirne meglio le logiche, le particolarità, le dinamiche; perché vuole cercare di sapere il più possibile come funziona una realtà di cui si conosce poco o di cui ha sentito parlare solo in linea generale, senza approfondimenti; perché spinto dalla voglia di fare, di sperimentare, di dialogare con altre culture».
Il Campo della Legalità, il primo di quest’anno, a cui seguirà quello della settimana dal 3 al 9 agosto, conclude la nota, «è quindi una sette giorni significativa, importante, veicolo di un messaggio universale: il rispetto dell’altro passa dalla solidarietà e dalla reciprocità attraverso azioni concrete e virtuose, perché ciò che riguarda uno, coinvolge tutti».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x