Ultimo aggiornamento alle 23:20
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Il lavoro mortificato

Non si ferma la marcia dei 200 Agenti per l’emersione, la qualità e lo sviluppo locale, vincitori del concorso regionale indetto per dare attuazioneall'”Avviso Pubblico per l’assegnazione di u…

Pubblicato il: 25/08/2014 – 9:26

Non si ferma la marcia dei 200 Agenti per l’emersione, la qualità e lo sviluppo locale, vincitori del concorso regionale indetto per dare attuazione
all'”Avviso Pubblico per l’assegnazione di una dote per la realizzazione di un percorso integrato finalizzato all’inserimento di disoccupati/inoccupati giovani laureati nel mercato del lavoro (BURC n. 46 del 18/11/2011 – POR Calabria 2007/2013) attraverso l’erogazione di contributi pubblici (fondi comunitari per un valore complessivo di € 19.280.400,00) volti a favorire la nascita di nuove iniziative imprenditoriali e ad incentivare l’assunzione del personale formato nel corso della prima fase del progetto sperimentale. A quasi otto mesi dalla fine del percorso formativo, i 200 giovani laureati calabresi vivono, però, una situazione a dir poco paradossale: da un lato, un forte disagio economico generato dagli enormi ritardi nella corresponsione dell’indennità prevista dal bando e dal concomitante obbligo di mantenimento dello status di disoccupazione fino alla conclusione formale del percorso integrato (pena l’esclusione dallo stesso); dall’altro, un ben più grave malessere sociale, che rischia di sfociare in un’ulteriore indebolimento del tessuto economico della nostra regione dovuto all’errata gestione della seconda fase delle attività previste dal bando e alla mancanza di prospettive concrete di assunzione. Gli Agenti, dopo vari ed inconcludenti incontri con tutti gli organi amministrativi competenti e, dopo aver attenzionato tutta la classe politica regionale e nazionale, hanno deciso di invocare i Prefetti calabresi ai quali è stato chiesto di intervenire al fine di poter risolvere la loro precaria situazione: vincitori di un bando/concorso pubblico e di una dote finalizzata all’inserimento lavorativo, vogliono che vengano rispettati i loro diritti e che vengano ascoltate le loro proposte, piuttosto che vedere calpestate le loro capacità, le loro professionalità, le loro prospettive future, ma soprattutto la loro DIGNITÀ. Con la speranza di non vedere vanificato tutto l’impegno fino ad ora profuso, nonché le ingenti risorse pubbliche fino ad ora impegnate e spese, gli Agenti chiedono l’attenzione di tutte le parti responsabili coinvolte restando disponibili, ancora una volta, ad un eventuale incontro e ad ogni possibilità di confronto.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x