Ultimo aggiornamento alle 20:08
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Il D-day del centrodestra

LAMEZIA TERME Per il centrodestra è il D-day tanto atteso. È prevista per oggi la prima riunione della Commissione voluta da Berlusconi per individuare i candidati alla presidenza, stilare le liste…

Pubblicato il: 08/09/2014 – 10:42
Il D-day del centrodestra

LAMEZIA TERME Per il centrodestra è il D-day tanto atteso. È prevista per oggi la prima riunione della Commissione voluta da Berlusconi per individuare i candidati alla presidenza, stilare le liste e vagliare le alleanze. La Calabria, la prima Regione che andrà al voto, è dunque una priorità ed è molto probabile che al termine dell’incontro dell’organismo presieduto da Altero Matteoli salti fuori il nome dell’aspirante governatore. Ai lavori della “cabina di regia” – oltre ai componenti Denis Verdini, Paolo Romani, Giovanni Toti e Renato Brunetta – parteciperanno anche la coordinatrice regionale di Fi, Jole Santelli, e i deputati Roberto Occhiuto e Pino Galati. I ragionamenti sulle candidature saranno il più possibile centrati su dati analitici: Berlusconi – che considera la Calabria un trampolino di lancio in vista di tutte le altre Regionali di primavera – vuole schierare la personalità con più possibilità di vittoria. Le quotazioni di Wanda Ferro – molto gradita all’ex premier così come agli alleati Ncd, Udc e FdI – continuano a rimanere molto alte, anche se gli altri due principali papabili, l’assessore regionale Giacomo Mancini jr e il presidente della Provincia di Reggio Peppe Raffa, non mollano la presa nell’intenzione di giocarsi fino all’ultimo tutte le loro chance. È di ieri il documento “pro Raffa” sottoscritto dalla giunta e dalla maggioranza del consiglio provinciale, in cui si avanza l’ipotesi dell’ex sindaco di Reggio quale candidato unitario della coalizione di centrodestra, in quanto considerato «la più alta espressione, attivamente impegnata negli enti locali, che il centrodestra calabrese possa vantare».
Particolare di non poco conto, il documento sarebbe stato sottoscritto da almeno 3 consiglieri di Ncd, il partito che a Reggio è saldamente in mano all’ex governatore Scopelliti che con Raffa non ha mai avuto un rapporto idilliaco, soprattutto in seguito allo scoppio del “caso Fallara”. «In questo momento – scrivono i rappresentanti della Provincia – Giuseppe Raffa costituisce una risorsa irrinunciabile per il centrodestra regionale, che dopo le difficoltà, endogene ed esogene, che hanno caratterizzato la legislatura che volge al termine, ha bisogno di presentarsi all’elettorato moderato e liberale con un volto nuovo».
Sul piatto anche altre ipotesi, come quella di una discesa in campo di Galati e dello stesso Occhiuto. Quest’ultimo però a Cosenza farebbe i conti con i veti dell’ala socialista (che spinge per Mancini) e dei fratelli Gentile, più propensi a dire sì alla candidatura di Wanda Ferro. Il nodo sarà sciolto oggi. Poi la campagna del centrodestra potrà finalmente partire.

 

Pietro Bellantoni

p.bellantoni@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x