Ultimo aggiornamento alle 8:10
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Cittadella, «quasi ultimata»

CATANZARO La presidente facente funzioni della Regione Calabria, Antonella Stasi e l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Gentile martedì prossimo alle ore 11, saranno a Germaneto di Catanzaro per…

Pubblicato il: 11/09/2014 – 13:13
Cittadella, «quasi ultimata»

CATANZARO La presidente facente funzioni della Regione Calabria, Antonella Stasi e l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Gentile martedì prossimo alle ore 11, saranno a Germaneto di Catanzaro per visitare la nuova sede degli uffici regionali. È quanto comunicato, in una nota, dalla giunta regionale che sottolinea come l’opera sia «quasi ultimata» ma la «consegna ufficiale è prevista per la fine di quest’anno». «L’opera finita – si legge nella nota –, costa 160.500.000 euro. Vi stanno lavorando cinquantasette ditte, a vario titolo, ed undici fornitori in opera. Dal 2009 al 2011 le lavorazioni ammontavano a circa ventiquattro milioni di euro». «Grazie alla volontà determinante e all’impegno di questa giunta regionale – ha detto l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Gentile – da agosto 2011 fino ad oggi si è arrivati a circa cento milioni di lavori eseguiti con un notevole incremento della produzione media che è passata da ottocentomila euro al mese ad oltre due milioni di media, con punte di stati di avanzamento di oltre quattro milioni al mese». «Con la consegna dell’opera – si legge ancora nella nota –, che ha la forma di una “C”, una superficie totale di centonovantamila metri quadrati e si sviluppa su dodici piani, si metterà fine ai disservizi a cui sono sottoposti i cittadini ed i rappresentanti delle istituzioni che si rivolgono alla Regione. Infatti accoglierà, oltre alla presidenza e agli assessorati regionali, anche tutti gli uffici e i dipartimenti sparsi sul territorio catanzarese, con un risparmio di molti milioni di euro pagati, ogni anno, per i fitti dei locali che li ospitano». «Inoltre – spiega Domenico Pallaria, dirigente generale del dipartimento Lavori pubblici e responsabile unico del procedimento per la realizzazione dell’opera – si sta facendo un discorso parallelo di gestione dell’intero complesso che contempla anche la sicurezza, un fattore, questo, certo non trascurabile». Secondo quanto illustrato dalla giunta, «gli uffici saranno “open space”, così gli spazi, originariamente previsti per postazioni doppie o quadruple potranno ospitare fino a dieci persone, creando, di conseguenza, un numero maggiore di postazioni di lavoro che raggiungeranno, il totale di 1842. Nel nuovo palazzo saranno ubicati la mensa, il ristorante e la caffetteria, gli asili nido, la medicheria. Sono previsti ampi spazi, per lo sportello bancario e quello postale, la biblioteca, le aree museali e le sale per conferenze modulari in grado di accogliere fino a 450 persone. Nel museo saranno collocati i reperti archeologici che sono stati ritrovati durante i lavori fatti nell’area di Germaneto. Circa sessantamila sono i metri quadrati adibiti a parcheggi, sette i corpi di fabbrica ed una piazza centrale di circa diecimila metri. Ventiquattro gli ascensori e quattordici le scale in acciaio mentre trentamila metri quadrati sono di facciate e sessantamila la superficie pavimentata».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x