Ultimo aggiornamento alle 23:06
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Lamezia, sigilli ai beni dell'imprenditore Gallo

CATANZARO Gli uomini della Direzione investigativa antimafia di Catanzaro hanno sequestrato stamane beni per un valore complessivo di circa 8 milioni di euro all’imprenditore Antonio Gallo, ri…

Pubblicato il: 02/10/2014 – 6:49
Lamezia, sigilli ai beni dell'imprenditore Gallo

CATANZARO Gli uomini della Direzione investigativa antimafia di Catanzaro hanno sequestrato stamane beni per un valore complessivo di circa 8 milioni di euro all’imprenditore Antonio Gallo, ritenuto in affari con la cosca della ‘ndrangheta dei Giampà di Lamezia Terme. Il provvedimento di sequestro è stato emesso dal tribunale di Catanzaro-sezione misure di prevenzione, a conclusione di complesse indagini che avevano consentito alla Dia catanzarese di arrestare l’imprenditore, ritenuto in affari con la cosca Giampà.

Ci sono quote societarie, rapporti finanziari, attività commerciali, beni mobili e immobili nel patrimonio riconducibile a Gallo. Il provvedimento di sequestro – è stato spiegato nel corso di una conferenza stampa che si è svolta nella sede della sezione operativa della Dia di Catanzaro – scaturisce da una proposta avanzata dal direttore della Dia al termine di indagini patrimoniali che hanno interessato un arco temporale compreso tra il 1998 e il 2013. A seguito dell’operazione Piana, che si è conclusa nella primavera dello scorso anno, gli investigatori della sezione operativa di Catanzaro, infatti, hanno ricostruito – mediante l’analisi delle dichiarazioni rese da alcuni collaboratori di giustizia del lametino che si erano dissociati dopo il loro arresto dal clan Giampà – la fitta rete di interessi economici che avrebbero legato alcuni ambienti dell’imprenditoria alla criminalità organizzata locale.

Il gip distrettuale di Catanzaro, avallando gli esiti investigativi dell’operazione “Piana” – nell’ambito della quale era stata messa in risalto la sproporzione tra i redditi dichiarati e il tenore di vita del nucleo familiare, assieme alla ritenuta pericolosità sociale di Gallo – ha disposto, inoltre, il sequestro preventivo delle quote societarie e dell’intero compendio aziendale della “Ga.Ma s.a.s.” e della ditta individuale “Gallo Antonio”.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x