Ultimo aggiornamento alle 14:37
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Centro democratico scende nell'arena

LAMEZIA TERME «Dobbiamo prendere le distanze dal passato, anche facendo entrare in consiglio regionale persone competenti, oneste e trasparenti». Bruno Tabacci arriva a Lamezia per presentare le li…

Pubblicato il: 30/10/2014 – 12:32
Centro democratico scende nell'arena

LAMEZIA TERME «Dobbiamo prendere le distanze dal passato, anche facendo entrare in consiglio regionale persone competenti, oneste e trasparenti». Bruno Tabacci arriva a Lamezia per presentare le liste di Centro democratico per le elezioni del 23 novembre. Una sfida imminente da affrontare con fiducia, sulla scorta della buona performance delle comunali di Reggio, dove Cd è riuscito a raggiungere il 7,5% e a mandare a Palazzo San Giorgio tre consiglieri. «A Reggio – spiega il coordinatore nazionale – abbiamo ottenuto un risultato brillante che vogliamo ripetere alle prossime regionali». Per Tabacci il voto alle amministrative dello Stretto conferma la convinzione che «l’assetto politico italiano non finirà in uno schema bipartitico». Proprio per questo «consigliamo al Pd di non pensare che la partita politica avvenga solo al suo interno». Un messaggio, neanche troppo velato, a Mario Oliverio e a tutti i dem. «Noi – continua Tabacci – stiamo dentro al centrosinistra non in modo ambiguo. Siamo alleati del Pd ma con una posizione ben distinta». Il prossimo passaggio elettorale «è decisivo», anche perché «la politica di questi anni ha determinato una continuità contorta che ha visto in prima fila le stesse persone prima al Comune di Reggio e poi alla Regione. E i disastri sono stati totali». Il centrosinistra deve allora «voltare pagina, lavorando alle difficoltà oggettive che affliggono il regionalismo». Le prossime consultazioni, del resto, sono un banco di prova per un partito relativamente giovane che si misura per la prima volta alle elezioni regionali in Calabria. «Da qui può arrivare un contributo importante per Centro democratico e per il suo rapporto con il Pd su scala nazionale», aggiunge l’ex presidente della Lombardia.
Anche il coordinatore regionale, Pietro Fuda, è ottimista: «Dopo Reggio, ci aspettiamo un risultato analogo il 23 novembre». Obiettivo che potrà essere raggiunto grazie a «una squadra di volenterosi» che si presenta alle elezioni con liste «non elettoralistiche» ma tarate su «programmi mirati». A giocarsi le sue chance sarà anche Pasquale Tripodi, consigliere uscente e ricandidato nel collegio Sud (Reggio) nella lista Cd. «Sono convinto – sottolinea – che supereremo il quorum del 4% e andremo anche oltre, rimarcando una distinzione netta: non siamo una costola del Pd, siamo alleati che hanno elaborato programmi per risolvere i problemi calabresi».

 

p. bel.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x