Ultimo aggiornamento alle 8:34
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Il neo governatore è già al lavoro

CATANZARO A poche ore dalla proclamazione, Mario Oliverio è già al lavoro. Dopo gli incontri dei giorni scorsi a Roma con la presidenza del Consiglio, e in particolare con i sottosegretari Graziano…

Pubblicato il: 09/12/2014 – 17:38
Il neo governatore è già al lavoro

CATANZARO A poche ore dalla proclamazione, Mario Oliverio è già al lavoro. Dopo gli incontri dei giorni scorsi a Roma con la presidenza del Consiglio, e in particolare con i sottosegretari Graziano Delrio e Luca Lotti al ministero del Lavoro, per affrontare la situazione che vede coinvolti oltre 26mila lavoratori beneficiari degli ammortizzatori sociali in deroga che aspettano da mesi il pagamento delle mensilità relative al 2013, il nuovo governatore ha avuto oggi un colloquio telefonico con il ministro del Lavoro Giuliano Poletti. Nel corso del colloquio, Oliverio ha chiesto al ministro un intervento diretto ad accreditare i 40 milioni di euro sbloccati nell’incontro da parte del governo, di concerto con la Regione, da destinare al pagamento di alcune mensilità relative al 2013 prima della fine dell’anno in corso. Questo per consentire all’Inps di procedere alle operazioni di pagamento in tempi brevi. In questi giorni si è concluso anche l’iter procedurale per lo stanziamento di ulteriori 40 milioni di euro, provenienti dai fondi Pac, da destinare all’erogazione di ulteriori mensilità dell’annualità 2013.
Anche per l’utilizzazione immediata di questi fondi Oliverio è intervenuto direttamente, sollecitando il previsto parere della Commissione europea, preliminare all’immediato trasferimento anche di queste risorse all’Inps.
«La condizione grave delle migliaia di lavoratori beneficiari degli ammortizzatori sociali in deroga che dal 2013 non percepiscono le spettanze dovute – afferma al riguardo il neo governatore – non può continuare a protrarsi oltre. Migliaia di lavoratori con le loro famiglie devono avere una risposta immediata e non possono essere lasciati in una condizione di sofferenza».
«In questi giorni – prosegue Oliverio – pur in presenza della mancata proclamazione del risultato elettorale del 23 novembre, in silenzio e senza clamore abbiamo avvertito la responsabilità di assumere ugualmente iniziative nei confronti del governo per incominciare a trovare le soluzioni a questo problema e per operare interventi concreti in direzione del pagamento del dovuto alle migliaia di lavoratori interessati. Ho avuto da parte del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Delrio, del sottosegretario Lotti e oggi del ministro Poletti, assicurazione circa il trasferimento dei 40 milioni di euro stabiliti in sede di accordo giovedì scorso. Lavoreremo altresì affinché anche la quota di 40 milioni di euro destinata al pagamento di ulteriori mensilità relative sempre all’annualità 2013 possa essere già disponibile nei prossimi giorni per consentire il trasferimento nelle tasche dei lavoratori che ne hanno maturato il diritto. A tal proposito, devo ringraziare la fattiva collaborazione di Gianni Pittella che con il suo autorevole intervento ha contribuito ad accelerare il parere positivo della competente direzione generale della Commissione europea».
«Nei prossimi giorni – conclude infine il presidente Oliverio – terremo un ulteriore incontro con il sottosegretario Delrio e il ministro Poletti per affrontare le problematiche relative ai lavoratori precari lsu-lpu e alle spettanze del 2014 dei lavoratori in deroga al fine di chiudere definitivamente e positivamente questa problematica che assume una grande valenza sociale per la nostra regione, afflitta da una dimensione intollerabile del fenomeno della disoccupazione».

Su queste problematiche, nelle prossime ore il presidente Oliverio convocherà un primo incontro con le organizzazioni sindacali e le forze sociali.

Oliverio, dopo la proclamazione avvenuta oggi, ha intenzione di insediarsi a Palazzo Alemanni domani stesso. L’unico dubbio riguarda la disponibilità del presidente uscente, la “reggente” Antonella Stasi. Chiare le intenzioni del neo governatore: cerimonia sobria e all’insegna dell’understatement. «In una situazione drammatica come quella in cui versa la Calabria – avrebbe detto Oliverio ai suoi collaboratori – non è proprio il caso di festeggiamenti sopra le righe».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x