Ultimo aggiornamento alle 0:18
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Scacco ai Paviglianiti, 52 in manette

REGGIO CALABRIA Un’operazione dei carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria è in corso per l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip su richiesta della Dda, nei…

Pubblicato il: 18/12/2014 – 7:09
Scacco ai Paviglianiti, 52 in manette

REGGIO CALABRIA Un’operazione dei carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria è in corso per l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip su richiesta della Dda, nei confronti di 52 persone ritenute appartenenti e contigue alla cosca di ‘ndrangheta Paviglianiti operante nei comuni di San Lorenzo e Bagaladi. Dalle indagini è emerso come il comprensorio fosse interamente sotto il controllo della cosca della quale è stato ricostruito l’intero organigramma con l’individuazione dei ruoli dei singoli affiliati.
Diversi i reati contestati nell’inchiesta, denominata “Ultima spiaggia”. Gli indagati, infatti, sono accusati, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, illecita concorrenza con minaccia o violenza, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio, intestazione fittizia di beni, estorsione – reati aggravati dall’aver favorito un sodalizio di tipo mafioso – truffa aggravata ai danni dello Stato, detenzione e porto illegale di armi, furto aggravato ed indebito utilizzo di carte di pagamento, associazione finalizzata alla produzione e traffico illecito di sostanze stupefacenti, spaccio di droga.

Il capo ufficio tecnico del Comune di San Lorenzo e altri due dipendenti dell’ente risultano tra gli arrestati nell’operazione condotta dai carabinieri contro la cosca Paviglianiti. I tre, secondo l’accusa, avrebbero agevolato l’associazione mafiosa con una serie di omissioni soprattutto nel rilascio di licenze nel settore commerciale. Il Comune di San Lorenzo è commissariato dal luglio 2013, dopo le dimissioni del sindaco e alle scorse elezioni comunali del maggio scorso non sono state presentate liste di candidati. L’inchiesta dei carabinieri, coordinati dalla Dda di Reggio Calabria, si riferisce a un periodo antecedente allo scioglimento.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x