Ultimo aggiornamento alle 8:34
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Consiglio, soldi a iosa per le consulenze

REGGIO CALABRIA Consulenze, la passionaccia di Franco Talarico. L’ex presidente del consiglio regionale, quando si è trattato di affidarsi a esperti (di comprovata fama?) o “luminari” di settore, n…

Pubblicato il: 17/01/2015 – 16:31
Consiglio, soldi a iosa per le consulenze

REGGIO CALABRIA Consulenze, la passionaccia di Franco Talarico. L’ex presidente del consiglio regionale, quando si è trattato di affidarsi a esperti (di comprovata fama?) o “luminari” di settore, non ha proprio badato a spese. Le cifre non temono smentite di sorta: nel solo 2013, il politico dell’Udc (trombato alle ultime elezioni regionali) ha dato il suo placet (assieme agli altri membri dell’Ufficio di presidenza) a consulenze onerose, alla “modica” cifra di 854mila euro e rotti. Quasi un milione di euro entrati nelle tasche di «esperti di particolare e comprovata specializzazione anche universitaria», come anche previsto dalla legge 165 del 2001 nel caso in cui le amministrazioni pubbliche non possano far fronte a esigenze specifiche con il personale in servizio. Tutto legittimo e in regola, quindi, se non fosse che – lo dimostra anche la legge che “accorpa” i dipendenti di Regione e Consiglio approvata durante la prima (e, finora, l’ultima) seduta dell’assemblea – di personale a disposizione ce ne sarebbe fin troppo. Invece no: Talarico e il centrodestra al potere hanno preferito “esternalizzare” il più possibile. A un costo non proprio contenuto, se è vero come è vero che – come riporta l’ultima relazione del ministero dell’Economia – la spesa per le consulenze è passata dai 753mila euro del 2008 agli 854mila del 2013. Il picco, però, si è registrato nel 2011, quando il Consiglio guidato da Talarico ha sborsato un milione e 178mila euro per compensare i “professoroni” in servizio quasi attivo nelle istituzioni (in barba a qualsiasi principio di spending review). Meglio è andata, seppur di poco, nel 2012: un milione e poco più.
L’attenzione è ora rivolta alle cifre relative al 2014, non ancora disponibili. E chissà se, nell’anno in cui la Calabria è ritornata al voto, Talarico sarà stato più parco che in passato.

 

Pietro Bellantoni

p.bellantoni@corrierecal.it 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x