Ultimo aggiornamento alle 23:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Gli studenti dell'Unisg alla scoperta del Reventino

LAMEZIA TERME Sono 24 gli studenti stranieri dell’Unisg (Università delle scienze gastronomiche) di Pollenzo che da oggi si trovano nel pieno delle attività previste dalla 18esima edizione del mast…

Pubblicato il: 20/01/2015 – 11:20
Gli studenti dell'Unisg alla scoperta del Reventino

LAMEZIA TERME Sono 24 gli studenti stranieri dell’Unisg (Università delle scienze gastronomiche) di Pollenzo che da oggi si trovano nel pieno delle attività previste dalla 18esima edizione del master promosso da “Slow food” in “representation, meaning and media”. Un nome forse altisonante, ma che in realtà cela lo studio – metodico – della semplicità: delle ricchezze paesaggistiche, dei prodotti tipici e del territorio. Quello del Reventino, in particolare, declinato in tutte le sue sfaccettature.
A guidare gli “ospiti” (18 ragazze e 6 ragazzi provenienti da Ecuador, Stati Uniti, India, Germania, Ucraina, Giappone, Danimarca e Colombia) di un’ateneo che vanta una cornice di tutto rispetto, ma che vedono la Calabria come meta ultima dell’ampliamento delle loro conoscenze, ci sarà il tutor Luca Galvagno, che concentrerà le “lezioni” sulla commistione tra montagna, giovani e lavoro.
«La scelta dell’area del Reventino – fanno sapere i promotori – parte dal riconoscimento della straordinaria biodiversità che lo caratterizza, e dalla persistenza di culture tradizionali legate alle produzioni agroalimentari». Il comparto agroalimentare che verrà “analizzato” dagli studenti di Scienze gastronomiche, è caratterizzato dalla raccolta e trasformazione di castagne, olive, ortaggi, funghi, prodotti del sottobosco, patate, vini, allevamento suini e lavorazione insaccati, produzione di formaggi,liquori, acque minerali. L’idea generale nell’impostazione dello stage è quella di caratterizzare le esperienze didattiche, i laboratori, le visite e il contatto diretto con produttori, cuochi, artigiani dell’alimentazione a partire da un approccio culturale che rifletta tematiche quali qualità, sostenibilità, biodiversità, contesto sociale. I comuni che saranno oggetto di visite approfondite saranno Serrastretta, Decollatura, Soveria Mannelli, Carlopoli, Amato.
Per oggi è previsto un incontro con i sodali di un’associazione attiva sui terreni intorno all’abbazia Corazzo, con aziende agricole, caseifici e lanifici. In chiusura, un’escursione permetterà ai partecipanti di entrare in contatto con le bellezze di Soveria Mannelli.
Domani si scopriranno i “segreti” di un vivaio e del lavoro che svolgono le cooperative del Reventino.
Giovedì 22 sarà invece all’insegna della cucina locale – con incontri e lezioni con il cuoco di Terra Madre Delfino Maruca – e della tradizione, con una visita a una bottega di tessitura. Chiusura all’aria aperta il 23, con la passeggiata “in faggeta” nell’ambito di cui verrà raggiunta la pietra dei Margari, e incursioni nel mondo dei riti contadini con la “quadrara”.

 

z. b.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x