Ultimo aggiornamento alle 18:45
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Battaglina, Legambiente: pronti alla lotta sugli usi civici

CATANZARO La questione degli usi civici ha definitivamente bloccato la creazione dell’isola ecologica di Battaglina. La conferenza dei servizi che si è tenuta lo scorso mercoledì ha decretato l’ann…

Pubblicato il: 01/06/2015 – 14:43
Battaglina, Legambiente: pronti alla lotta sugli usi civici

CATANZARO La questione degli usi civici ha definitivamente bloccato la creazione dell’isola ecologica di Battaglina. La conferenza dei servizi che si è tenuta lo scorso mercoledì ha decretato l’annullamento dell’aia (autorizzazione integrata ambientale) per la Sirim, la società che avrebbe dovuto far sorgere la discarica. La ditta, però, sulla questione degli usi civici ha replicato a muso duro agli enti che hanno annullato l’autorizzazione. La questione è che gli usi civici non insistono solo sull’area in cui sarebbe dovuta sorgere la discarica ma anche là dove sono stati eretti parchi eolici e fotovoltaici. Il tutto nel più assoluto e indifferente silenzio delle istituzioni. «Durante la seduta della conferenza dei servizi – scrivono dalla Sirim – è risultato che all’interno del terreno dove doveva sorgere la discarica Battaglina, con tanto di documentazione, planimetria e foto allegate, insistono quattro pale eoliche per una potenza di 12 Mw, oggi di proprietà, forse, di Enel green power, (autorizzazione unica con decreto numero 4073 dell’11 aprile 2007, e Via con decreto numero 9936 del 2 agosto 2006 – progetto per la realizzazione di un parco eolico in località Battaglina nel Comune di San Floro particelle 7 e 11 foglio di mappa 1), che dovrebbero, per legge subire lo stesso trattamento, considerato che il terreno è gravato dall’uso civico». Sulle argomentazioni della società interviene Legambiente dichiarando di essere «di essere al fianco di tutti coloro che si battono per la legalità ed il rispetto delle regole. Non possiamo che essere contenti – dice Legambiente – di avere un altro alleato nella lotta che, su tutto il territorio, stiamo portando avanti da tempo». Non solo. Sul fatto che la Sirim abbia manifestato intenzione di denunciare con un esposto questo stato di cose gli ambientalisti mettono a disposizione il loro Centro di azione giuridica «qualora la Sirim fornisse elementi utili, e saremo pronti a sostenere il rispetto delle norme insieme alla società». L’associazione aveva già accolto, infatti, la denuncia che la Sirim aveva fatto durante una delle ultime conferenze dei servizi, lanciando l’appello agli organi competenti, affinché si faccia chiarezza su eventuali situazioni di illiceità. Ed ora, Legambiente, chiede anche l’intervento del commissario.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x