Ultimo aggiornamento alle 9:42
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Quei "buchi" nel calcestruzzo a piazza Bilotti

COSENZA Più delle parole preoccupano le immagini. Il fatto è che, secondo 15 consiglieri comunali di Cosenza, i lavori di piazza Bilotti creano qualche preoccupazione. Perché «alcuni pali presentan…

Pubblicato il: 16/06/2015 – 16:52
Quei "buchi" nel calcestruzzo a piazza Bilotti

COSENZA Più delle parole preoccupano le immagini. Il fatto è che, secondo 15 consiglieri comunali di Cosenza, i lavori di piazza Bilotti creano qualche preoccupazione. Perché «alcuni pali presentano inquietanti difetti di realizzazione, in particolare due pali consecutivi presentano importanti e significative discontinuità del calcestruzzo; un palo in prossimità della testata di superficie evidenzia la mancata presenza di calcestruzzo per almeno due metri, coperta e camuffata da un pannello di lamiera grecata; l’altro palo evidenzia la mancata presenza di calcestruzzo a maggiore profondità, camuffata da un pannello bianco che lascia comunque intravedere il vuoto».
I consiglieri comunali che hanno firmato l’interrogazione al sindaco Mario Occhiuto sono Enzo Paolini, Marco Ambrogio, Raffaele Cesario, Giovanni Cipparrone, Fabio Falcone, Luigi Formoso, Domenico Frammartino, Maria Lucente, Giuseppe Mazzuca, Sergio Nucci, Francesco Perri, Giovanni Perri, Salvatore Perugini, Roberto Sacco e Cataldo Savastano. E spiegano che «un difetto di realizzazione di siffatta natura, comportando la mancata continuità strutturale degli elementi a sostegno dello scavo in prossimità delle costruzioni e dei palazzi esistenti, si configura come mancato rispetto delle realizzazioni di progetto e comporta di sicuro pericolo e rischio per la pubblica e privata incolumità». Preoccupante, per un cantiere sul quale «a più riprese sono stati avanzati dubbi e perplessità in ordine ai lavori in corso, alla loro regolarità ed alla sicurezza sul cantiere. Più volte è stata messa in discussione la regolarità della procedura d’appalto e la sicurezza dei lavori che da essa deriverebbero», anche se «l’amministrazione non ha mai inteso rispondere alle richieste rivolte o alle interrogazioni formalmente avanzate».
Partendo da queste premesse i consiglieri chiedono, tra l’altro, «di conoscere se ci sia piena consapevolezza degli errori di realizzazione verificati e riscontrati e quali siano state le valutazioni della direzione lavori e del responsabile unico del procedimento in merito; se siano in corso di adozione misure alternative per rimediare ai gravi errori di realizzazione riscontrati; di fornire comunque tutti i necessari chiarimenti circa il pieno rispetto delle normative e delle prescrizioni in materia di tutela della pubblica e privata incolumità, nonché di fornire la documentazione necessaria a comprovare il corretto svolgimento dei lavori, lo stato di avanzamento degli stessi ed i relativi pagamenti effettuati con la attestazione della coerenza di questi rispetto alle previsioni progettuali ed al capitolato contrattuale, la residua e necessaria copertura economica ed i tempi di consegna».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x