Ultimo aggiornamento alle 17:34
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Il giorno dello Statuto, attesa per la nuova giunta

LAMEZIA TERME La scorsa settimana Mario Oliverio, intervenendo prima a un convegno a Gioia Tauro, poi a Gizzeria, aveva dato per assolutamente certa la data di lunedì mattina per il varo del nuovo …

Pubblicato il: 06/07/2015 – 6:01
Il giorno dello Statuto, attesa per la nuova giunta

LAMEZIA TERME La scorsa settimana Mario Oliverio, intervenendo prima a un convegno a Gioia Tauro, poi a Gizzeria, aveva dato per assolutamente certa la data di lunedì mattina per il varo del nuovo esecutivo. Una giunta “di alto profilo” e di “cambiamento”. La data, a meno di imprevedibili colpi di scena, è destinata a slittare di qualche giorno ma comunque la partita politica dovrebbe essere chiusa al più tardi entro mercoledì. E’ questa la previsione più o meno unanime che viene da ambienti della maggioranza.
Dopo gli incontri della scorsa settimana, Oliverio dovrebbe tornare a largo del Nazareno per ottenere il “sì” della segreteria nazionale del Pd sui nomi da lui individuati. Una mossa volta a incassare una “condivisione” del partito sulla nuova squadra e dunque neutralizzare eventuali critiche dal fronte interno. A Roma Oliverio dovrebbe presentarsi tra lunedì sera e martedì per procedere immediatamente dopo alla presentazione dell’esecutivo. Presentazione che avverrà a prescindere dall’effettiva “operatività” del nuovo governo regionale. La giunta infatti, dopo la promulgazione del nuovo Statuto in programma oggi, secondo alcune interpretazioni potrà mettersi al lavoro solo tra due settimane. I costituzionalisti stanno cercando di chiarire se, dopo la prima pubblicazione della legge sul Burc, tre mesi fa, sia adesso necessario rispettare altri 15 giorni di “vacatio legis”. Ad ogni modo, si fa notare all’interno del Pd, si tratta di aspetti tecnici che non incidono sui tempi politici dell’annuncio della nuova squadra.
I rumors continuano a fare riferimento al possibile ingresso in giunta di Gianni Speranza e Maria Francesca Corigliano, mentre i nomi di altri quattro esterni definiti di altissimo profilo sono tuttora tenuti “top secret” in attesa che vengano sciolte le ultime riserve.
Questione ben distinta è quella della presidenza del consiglio regionale, dopo la disponibilità manifestata da Tonino Scalzo al vicesegretario Guerini a rassegnare le dimissioni dallo scranno più alto di palazzo Campanella. In realtà, in occasione dell’ultimo incontro tra i due a Roma, è stato più volte rimarcato che la priorità assoluta in questo momento è il varo della giunta. Il punto politico – sarebbe il pensiero degli uomini più vicini al segretario e premier Renzi – è la necessità di garantire finalmente un’azione di governo alla Regione, dopo otto mesi di sostanziale paralisi e tre di spauracchio per il rischio del referendum sullo Statuto.
Quanto al passo indietro di Scalzo dalla presidenza dell’assemblea, Roma ha ribadito che se ne discuterà dopo la nuova giunta. Anche perché esistono aspetti tecnici e regolamentari che non possono essere bypassati per via politica: il ruolo di presidente del consiglio regionale e l’intero ufficio di presidenza non sono nella disponibilità di nessuno se non del consiglio regionale stesso. In astratto anche un rappresentante della minoranza potrebbe essere eletto presidente dell’Assemblea, come peraltro avveniva puntualmente fino agli anni Novanta alla Camera dei deputati, la cui presidenza era storicamente appannaggio dell’opposizione. Vi è inoltre una questione procedurale che non si può eludere: le dimissioni di Scalzo non sarebbero immediatamente esecutive, diventerebbero efficaci solo dopo la formale presa d’atto del consiglio regionale che avviene durante i lavori d’aula. Quindi il “pressing” mediatico di queste ore è destinato a non sortire effetti anche perché la bufera di “rimborsopoli” ha spazzato via il calendario dei lavori predisposto alla fine del mese di giugno.

 

red. corcal.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x