Ultimo aggiornamento alle 15:23
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

In Calabria sanità commissariata fino al 2018

CATANZARO Il tavolo romano sulla sanità premia la gestione commissariale firmata Scura e Urbani ai quali ha chiesto la predisposizione del programma operativo per il triennio 2016-2018. Disco verde…

Pubblicato il: 24/07/2015 – 6:20
In Calabria sanità commissariata fino al 2018

CATANZARO Il tavolo romano sulla sanità premia la gestione commissariale firmata Scura e Urbani ai quali ha chiesto la predisposizione del programma operativo per il triennio 2016-2018. Disco verde, dunque, all’operato dei commissari e al tempo stesso la conferma che la sanità calabrese rimarrà sotto il regime attuale ancora per un bel po’. Dal tavolo Adduce è anche arrivato lo sblocco di una premialità relativa al 2011 pari a circa cento milioni di euro e l’invito, alla struttura commissariale, ad accelerare sul fronte degli investimenti attraverso l’utilizzo dei trecento milioni che sono già a disposizione. Nella valutazione complessiva dell’organo ministeriale, poi, sono stati messi al centro i livelli essenziali di assistenza (Lea) che pur rimanendo sotto la soglia minima prevista di 160, farebbero registrare un lieve miglioramento nell’ultimo periodo in cui si è passati da 136 a 142. Sul versante economico e finanziario, inoltre, è stato rilevato il deciso passo indietro sul disavanzo che vede interrompersi il trend positivo registrato tra il 2009 e il 2013, periodo in cui si è passati da 263 milioni di deficit a 30. La riunione romana è servita anche per fare il punto sul sistema organizzativo delle aziende ospedaliere non solo per quel che riguarda le figure di vertice ma anche per i posti dirigenziali dei vari settori all’interno di Asp e Ao. Al riguardo l’indicazione, perentoria, è stata quella di rivedere in maniera incisiva l’intero sistema gestionale.
Via libera a Scura anche per quanto riguarda la nomina di Pietro Evangelista, il manager chiamato per mettere ordine ai conti dell’Asp di Reggio Calabria, rispetto alla quale il tavolo ministeriale ha dato parere favorevole, invitando anzi in linea più generale a insistere sulla strada del rigore anche al fine di favorire il pagamento delle aziende creditrici calabresi.

Confermate inoltre le difficoltà per la copertura del personale di cui necessitano le varie aziende sanitarie e ospedaliere. Al riguardo i commissari hanno annunciato l’impiego nell’immediato di una somma di dieci milioni di euro per far fronte in primis alle strutture hub.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x