Ultimo aggiornamento alle 13:29
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

A Cosenza un modello di mobilità sostenibile

COSENZA Una città all’insegna della mobilità sostenibile. Da settembre ci sarà una piccola rivoluzione nel trasporto urbano cosentino. Si tratta del progetto “Cosenza transport hub”, ideato dall’as…

Pubblicato il: 03/08/2015 – 14:12
A Cosenza un modello di mobilità sostenibile

COSENZA Una città all’insegna della mobilità sostenibile. Da settembre ci sarà una piccola rivoluzione nel trasporto urbano cosentino. Si tratta del progetto “Cosenza transport hub”, ideato dall’assessorato alla Mobilità sostenibile del Comune di Cosenza e dall’Amaco. Il progetto prevede appena fuori dal centro storico cittadino la creazione di quattro hub, ossia punti di interscambio tra autobus extraurbani in transito nella città e autobus urbani. La finalità è quella di decongestionare il centro cittadino dal traffico pesante proveniente dai paesi limitrofi con conseguente riduzione dell’inquinamento. In particolare i quattro punti di interscambio nasceranno in piazza Mancini, all’ingresso dell’autostrada di Cosenza Sud, in piazza Matteotti e in via Panebianco, vicino alla Città dei ragazzi.

Il progetto – che è stato presentato questa mattina nel Chiostro di San Domenico – mira anche a valorizzare forme di mobilità alternativa come il bike e il car sharing con l’utilizzo di veicoli a energia pulita e autoprodotta oltre che di biciclette a pedalata assistita. “Cosenza transport hub” prevede la realizzazione di sei hub, ma per il momento ne verranno messi a punto solo quattro con un finanziamento di 400mila euro.

«I moduli degli hub – ha spiegato il presidente dell’Amaco Mario Capalbo – sono flessibili e intercambiabili. Saranno previste fermate urbane ed extraurbane. E si valorizzerà il bike sharing. Si tratta di un progetto importante che terrà conto pure del design urbano». «Il nostro obiettivo – ha spiegato l’assessore alla Mobilità sostenibile Giulia Fresca – è fare in modo che i cittadini non prendano più la macchina e possano spostarsi usando i mezzi di trasporto pubblico a prezzi accessibili come avviene a Milano, Torino, Bari. Dobbiamo fare in modo che la città si adegui ai tempi che cambiano. Infatti, oggi alcuni non possiedono proprio l’automobile. La finalità non è quella di circoscrivere ma di un contesto di interscambio e di mobilità. I primi di settembre inizieranno i lavori per i quattro hub. Pensiamo di fare una città a misura di bambino, valorizzando le aree verdi e le piste ciclabili. Stiamo lavorando a una regolamentazione del servizio taxi e ci saranno nuove regole per gli appassionati delle bici».

 

Mirella Molinaro

m.molinaro@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x