Ultimo aggiornamento alle 12:54
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

IL MuSuMu rivive negli scatti di Catalano

REGGIO CALABRIA Manca poco all’inizio della nuova stagione teatrale firmata “Spazio Teatro”, associazione culturale di Reggio Calabria guidata da Gaetano Tramontana. Sabato sera la “Casa dei raccon…

Pubblicato il: 09/01/2016 – 10:10
IL MuSuMu rivive negli scatti di Catalano

REGGIO CALABRIA Manca poco all’inizio della nuova stagione teatrale firmata “Spazio Teatro”, associazione culturale di Reggio Calabria guidata da Gaetano Tramontana. Sabato sera la “Casa dei racconti” ospiterà – negli spazi di via San Paolo – Giuseppe Mortelliti e il suo “84 gradini”. Anticipa il debutto, la novità artistica di quest’anno: “Linee d’entrata – Esplosioni fotografiche in parallelo”, inaugurato venerdì pomeriggio nella “Sala Spazioteatro”. Il progetto prevede la collaborazione di alcuni fotografi reggini che esporranno diversi tra i loro scatti migliori; con un’unica clausola: «Ogni mostra sarà abbinata a uno spettacolo della nostra rassegna teatrale – spiega il direttore artistico -. Le mostre saranno inaugurate il venerdì precedente il debutto dello spettacolo e saranno visibili dai 7 ai 10 giorni a discrezione dell’artista. L’idea è nata perché da un po’ di tempo abbiamo questa bellissima parete bianca nel nostro nuovo ingresso e pensavamo di offrirlo ad amici fotografi che con noi condividono idee e progetti. Così è nata “Linea d’entrata”: gioco di parole sul fatto che siamo all’ingresso di “Sala Spazioteatro”, ma che identifica anche un termine tecnico, ovvero lo sguardo che l’autore vuole suggerire nelle fotografie».
Prima fotografa ai nastri di partenza, Giovanna Catalano con un docu-racconto sul Museo dello strumento musicale della città (“MuStruMu”) e sull’incendio che l’ha distrutto il 4 novembre di due anni fa. «Questo lavoro è iniziato nel 2013, ma in realtà è un work in progress – spiega l’artista -. Io continuo a lavorare durante le fasi di ricostruzione del Museo. L’intento era quello di documentare la ricostruzione del MuStruMu, ma poi è diventato dell’altro perché all’interno di questo progetto sono arrivate delle sensazioni. Ogni foto trasmette un’emozione ed è questo quello che io volevo raccontare». 

Sono molte le immagini che mostrano i gesti delle persone legate a quel luogo. In più, questo percorso fotografico è stato finalista nel 2015 a “Portfolio Italia” e selezionato tra i migliori 20 della penisola. La fotografa ha dovuto scegliere solo alcuni tra quegli scatti.
«Questa è la selezione che più mi appartiene. Anche se questo lavoro è la ricostruzione del MustruMu – che, in realtà, non vediamo nelle immagini – ho lasciato più spazio alle emozioni». Le quattordici istantanee esposte raccontano parte di questo processo; scelte in base a una narrazione che lega l’una all’altra: «Si apre col parco giochi, proprio perché volevo dare un’impronta positiva a questo progetto; la seconda foto è quella di un uomo di spalle che a me ricorda un direttore d’orchestra mentre dirige; la terza è una macchia su un muro, ma dà l’impressione di una figura umana che è associata alla successiva. E poi c’è l’unico sguardo in camera che è quello della ragazza che sembra avere un cappio dietro la testa. L’unica volta in cui compare uno strumento musicale c’è Nino Racco che suona la chitarra con l’ombra di un’enorme mano nera su di lui che sembra quasi voglia catturare la musica».
Giovanna Catalano ha passato il primo anno dopo l’incendio all’interno del Museo non solo documentando, ma anche aiutando concretamente il lavoro di rinascita della struttura. «Questo progetto è più un lavoro di denuncia su fatti che io non posso tollerare. Non a caso, l’intera mostra si chiude con un fulmine che – per me – è un gesto di ribellione verso atti che non devono più succedere».

Miriam Guinea

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x